Toni Nadal: "Djokovic sarà il più vincente ma è meno amato di Rafa e Federer"

Il coach spagnolo ha parlato delle condizioni del nipote

by Mario Tramo
SHARE
Toni Nadal: "Djokovic sarà il più vincente ma è meno amato di Rafa e Federer"

Novak Djokovic era l'uomo più atteso e ha mantenuto le aspettative. La sua vittoria agli Australian Open 2023, anche poche ore dopo, è ancora nel mirino ed in tanti discutono del suo trionfo. Toni Nadal, zio ed ex coach dello storico rivale Rafael Nadal, ha concesso un'intervista ai microfoni di Vanity Fair ed ha trattato di tanti temi, rilasciando interessanti parole: "Rafael Nadal al Roland Garros 2023? Non sai mai come andranno le cose.

Occorre ricordare che Rafa è nel circuito da quando aveva 16 anni e questo alla lunga lo paghi. Ci sono tanti che dopo anni ad alta intensità falliscono e per una situazione del genere è facile fallire dall''oggi al domani.

Per quest'anno credo che Rafa possa comunque vincere il Roland Garros, poi si vedrà. Allenamenti duri? Conosco il voler raggiungere qualcosa a ogni costo e se uno ha grandi obiettivi non hai molto scelta. Viviamo in un mondo molto competitivo e se non ti alleni al massimo è difficile che fai bene".

Toni Nadal su Novak Djokovic

Il coach spagnolo ha poi proseguito: "Djokovic ha avuto un solo grande problema, ha fatto irruzione nel circuito durante la rivalità tra Federer e Nadal e la gente era matta per la Fedal.

Non è stato mai amato come gli altri due e inoltre il comportamento in pista a volte non ha aiutato. Credo comunque sia il favorito per chiudere la carriera come il più vincente di sempre, gioca ad altissimo livello e non ha problemi fisici.

Già quest'anno penso sia nettamente il favorito anche a Wimbledon. Poi il mondo dello sport cambia spesso e magari cambieranno le cose". Infine una battuta su Felix Auger Aliassime, giovane talento che Toni segue ormai da qualche tempo: "Quando è venuto a chiedermi una collaborazione sono stato chiaro e gli ho chiesto cosa volevo.

Lui voleva vincere tutto e mi ha detto ciò, ma non e' semplice, ci sono tanti atleti della sua generazione e quindi devi andare oltre i tuoi limiti". Photo Credit: Reuters

Toni Nadal
SHARE