'Non si ritirerà dopo il Roland Garros': la previsione di Corretja su Rafael Nadal



by   |  LETTURE 2252

'Non si ritirerà dopo il Roland Garros': la previsione di Corretja su Rafael Nadal

La corsa di Rafael Nadal agli Australian Open è terminata mercoledì contro l’americano Mackenzie McDonald. Il fuoriclasse spagnolo, in difficoltà sin da inizio match, si è procurato un infortunio all’altezza dell’anca/inguine a metà del secondo set.

L’ex numero 1 del mondo è rimasto stoicamente in campo, ma non è riuscito a raddrizzare l’incontro. Il campione in carica ha salutato il torneo fra gli applausi della Rod Laver Arena e sono in molti a chiedersi se sia stata la sua ultima apparizione a Melbourne Park.

Il 36enne di Manacor ha faticato tantissimo negli ultimi mesi, anche a causa dei soliti guai fisici. Dopo lo strappo agli addominali rimediato a Wimbledon, l’iberico non è più riuscito a tornare al 100% e ha vinto ben poche partite.

Attraverso il suo profilo Twitter, Rafa ha rivelato di essersi procurato una lesione di secondo grado all’ileo-psoas. Il maiorchino dovrà rimanere fuori dalle 6 alle 8 settimane e potrebbe tornare in campo direttamente sulla terra battuta.

Nadal salterà sicuramente l’ATP 500 di Dubai, mentre resta incerta la sua presenza a Indian Wells e Miami.

Quali sono i piani di Nadal?

Ai microfoni di Eurosport, Alex Corretja ha riflettuto sul futuro di Rafa Nadal: “Sappiamo che Rafa darà il massimo fino alla fine della sua carriera, anche se adesso è distrutto mentalmente.

Non penso che si ritirerà dopo il Roland Garros, andrà avanti alla giornata. Continuerà a giocare finché non sarà più in grado di farlo. Dubito che lascerà al termine del Roland Garros.

Sicuramente non è facile digerire tutti questi infortuni e il successivo recupero, ma si impegnerà al massimo per arrivare a Parigi in buone condizioni. Anche se non dovesse vincere più uno Slam, io non credo che faccia tutta questa differenza”.

Anche Mats Wilander ha espresso la sua opinione su Nadal: “Rafa non è mai riuscito a controllare il gioco, McDonald lo ha fatto correre da tutte le parti e quella tattica ha provocato l’infortunio di Rafa.

Per lo spagnolo è stato un vero e proprio KO tecnico. Il suo infortunio all’anca è dovuto un po’ alla sfortuna e un po’ al fatto che non ha giocato abbastanza partite negli ultimi mesi”. Photo credit: Getty Images