Rafa Nadal: "Sto molto bene ma una sconfitta all'esordio non sarebbe una tragedia"



by   |  LETTURE 3148

Rafa Nadal: "Sto molto bene ma una sconfitta all'esordio non sarebbe una tragedia"

Rafael Nadal è il campione in carica degli Australian Open e lunedì farà il suo esordio contro il tennista britannico Draper. Il tennista maiorchino ha iniziato la stagione nel peggiore dei modi, due sconfitte consecutive ed un rendimento davvero insolito per uno dei più grandi campioni di tutti i tempi.

L'età purtroppo avanza e il tennista ne è davvero consapevole. Il ventidue volte vincitore di tornei del Grande Slam ha parlato in conferenza stampa a poche ore dall'inizio del torneo, l'obiettivo è sempre difendere il titolo ma c'è la consapevolezza che qualcosa rispetto al passato è cambiato.

Rafa ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza: "Mi sento vulnerabile, questo è certo. Sto perdendo più del mio solito e purtroppo fa parte di questo sport. Sono abbastanza umile da accettare questo e lavorare con quello con cui riesco.

Ho bisogno di ricostruire quella fiducia in me stesso grazie alla vittorie, le sconfitte sono evidenti. Non ho giocato male le prime due sfide dell'anno, ho perso contro grandi avversari ma ho avuto anche la possibilità di vincere.

Sono qui da tre settimane, mi alleno tutti i giorni con i migliori e questo mi aiuta. Per quanto riguarda le mie sensazioni, ho buone sensazioni, sicuramente migliori rispetto a quelle che avevo tre settimane fa".

Rafael Nadal sugli Australian Open

Il tennista ha poi parlato riguardo le sue aspettative nel torneo.

Ecco le sue parole: "Sono abbastanza felice, mi alleno. E mI sento bene. Ora ho bisogno di un paio di vittorie, spero che accada qui altrimenti ci proverò più avanti, se Lunedì perderò non sarà la fine del mondo.

Certo, sarà dura ma accetterò il risultato. Io spero di giocare un buon Australian Open ma non sai mai cosa può succedere. Sinceramente mi sento pronto per giocare. Draper? Sinceramente credo che sia uno dei peggiori sorteggi togliendo le teste di serie.

Parliamo di un ragazzo giovane e potente, sta crescendo rapidamente sia in classifica che nel gioco. È una grande sfida per me all'inizio del torneo, vedremo come andrà. Lui ha molte cose positive da dare ed una grande carriera davanti. Io sono pronto per questa battaglia". Photo Credit: Getty Images