Roberto Menendez ricorda il suo primo incontro con Rafael Nadal

La longevità di Rafael Nadal ha lasciato senza parole sia i fan che gli addetti ai lavori

by Simone Brugnoli
SHARE
Roberto Menendez ricorda il suo primo incontro con Rafael Nadal

La longevità di Rafael Nadal ha lasciato senza parole sia i fan che gli addetti ai lavori. Quasi nessuno si aspettava che lo spagnolo avrebbe avuto una carriera così lunga ad altissimi livelli, nonostante gli infortuni lo abbiano costretto a saltare diversi appuntamenti importanti.

Basti pensare che il 36enne di Manacor è il giocatore fra i Big 3 ad aver saltato più tornei dello Slam. L’ex numero 1 del mondo, che era reduce da soli sette tornei ufficiali giocati nel 2021, si è riscattato quest’anno vincendo gli Australian Open e il Roland Garros contro ogni pronostico.

La sua cavalcata ha subito una brusca frenata nella seconda parte della stagione, complice anche lo strappo agli addominali rimediato a Wimbledon. Oltre a non aver potuto giocare la semifinale dei Championships, l’iberico si è presentato agli US Open in condizioni precarie e non è andato oltre gli ottavi di finale.

In questi giorni Rafa si sta preparando per la nuova stagione, dove continuerà il suo duello a distanza con Novak Djokovic. In una recente intervista per il sito dell’ITF, l’ex promessa spagnola Roberto Menendez ha ricordato il suo primo incontro con Nadal.

Rafa Nadal ha sempre avuto le idee chiare

“Io e Rafael Nadal ci siamo affrontati per la prima volta nel torneo ‘Future Spain F20’. Ho perso 6-4 al terzo dopo una bella battaglia” – ha raccontato Menendez.

“Abbiamo rilasciato un’intervista molto divertente alla TV spagnola, perché i media volevano parlare con due potenziali numeri 1 del mondo. Quando Rafa aveva appena 16 anni, mi disse che non gli importava nulla di entrare fra i primi 10.

Voleva salire in vetta al ranking ATP. Era molto sicuro riguardo al suo futuro e sapeva di avere le capacità per ambire a certi traguardi” – ha aggiunto Roberto. In un’intervista rilasciata al ‘Telegraph’, Todd Woodbridge ha affermato che la carriera di Nadal è agli sgoccioli: “Quando Roger Federer si è ritirato alla Laver Cup, Rafa Nadal era di gran lunga quello più emozionato.

Non riusciva a trattenere le lacrime e i suoi occhi parlavano chiaro. Sa benissimo che la fine della sua carriera è vicina. Se sarà in buona forma, proverà in tutti i modi a vincere un altro Slam e a riscrivere per l’ennesima volta il libro dei record”. Photo credit: Getty Images

Rafael Nadal
SHARE