'Guardate cosa è successo a Rafael Nadal': Lendl spiega come si è evoluto il tennis

In pochi si aspettavano che Rafael Nadal avrebbe chiuso la stagione con due Slam vinti

by Simone Brugnoli
SHARE
'Guardate cosa è successo a Rafael Nadal': Lendl spiega come si è evoluto il tennis

In pochi si aspettavano che Rafael Nadal avrebbe chiuso la stagione con due Slam vinti. L’ex numero 1 del mondo si è infatti aggiudicato gli Australian Open e il Roland Garros, dimostrando per l’ennesima volta di essere una leggenda dello sport moderno.

Grazie al trattamento al piede effettuato con il dottor Cotorro, il fenomeno spagnolo è riuscito ad esprimere un ottimo tennis anche sull’erba di Wimbledon. Purtroppo, uno strappo agli addominali gli ha impedito di giocare la semifinale contro Nick Kyrgios.

Quell’infortunio ha inciso anche sul suo percorso di avvicinamento agli US Open, dove non è andato oltre gli ottavi di finale (battuto in quattro set dal beniamino locale Frances Tiafoe). Il finale di stagione è stato avaro di soddisfazioni per il 36enne di Manacor, uscito prematuramente sia nel Masters 1000 di Parigi-Bercy che alle ATP Finals di Torino.

Rafa inizierà il suo 2023 disputando la prima edizione della United Cup, per poi andare a caccia del suo terzo titolo agli Australian Open. Nell’ultima edizione del podcast condotto da Craig Shapiro, Ivan Lendl ha affermato che Nadal si è dovuto adattare ad un tennis più aggressivo rispetto al passato.

Rafa Nadal si è dovuto adattare

“Il gioco è andato avanti e ha subito alcune modifiche sostanziali rispetto al passato. Devi essere più aggressivo se vuoi avere successo in quest'epoca, non puoi limitarti a correre.

Guardate cosa è successo a Rafael Nadal alle ATP Finals di Torino: ha giocato in modo troppo passivo ed è stato asfaltato” – ha analizzato Lendl. Ivan sta tentando di riportare Andy Murray ai fasti di un tempo: “Andy sta cercando di essere più aggressivo, non soltanto a causa dell’infortunio e dell’età.

Non puoi lasciare che ragazzi così giovani prendano in mano il gioco e ti spingano lontano dal campo. Se un veterano come Murray è costretto a giocare troppe partite di cinque set, correrà moltissimo e sarà esausto ad un certo punto.

Giocando in maniera più aggressiva, risparmi anche energie preziose. A 35 anni, non è un male se le partite si accorciano di 30-45 minuti”. Photo credit: Getty Images

Rafael Nadal
SHARE