Carlos Moya è sicuro: "Ecco chi è il mio favorito per le Finals. E su Nadal..."



by   |  LETTURE 5110

Carlos Moya è sicuro: "Ecco chi è il mio favorito per le Finals. E su Nadal..."

Le Atp Finals di Torino non hanno sfatato il tabù di Rafael Nadal verso questa competizione che non è mai riuscito a vincere in carriera in undici partecipazioni. Il tennista maiorchino è stato eliminato nel girone dopo aver perso contro Taylor Fritz e Felix Auger-Aliassime.

Inutile ma ovviamente onorevole poi l’ultima vittoria dell’ultimo match del suo raggruppamento contro Casper Ruud. Dopo il torneo in Italia che ha concluso ufficialmente il 2022 di Nadal, ha parlato il suo allenatore Carlos Moya ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca “"Rafa ha dato il volto e ha fatto la migliore partita della settimana.

È passato dal meno al più durante la settimana, ma non è stato il torneo che ci aspettavamo" - ha debuttato nell’intervista l’ex numero uno della classifica mondiale Atp Carlos Moya che ha poi espresso la sua opinione su chi sia il favorito per la vittoria di questo torneo "Credo che Djokovic, da quello che ho visto, sia quello che sta giocando meglio, ma tutto può succedere.

Al momento è quello che vedo un po' al di sopra degli altri", ha concluso l’allenatore iberico in una dichiarazione riportata da Marca.

Un 2022 di Rafael Nadal tra vittorie slam e soliti infortuni

Nonostante i numerosi e soliti problemi muscolari che hanno tormentato il toro di Manacor soprattutto da dopo gli Indian Wells in poi, Rafael Nadal può ritenersi decisamente soddisfatto per la sua annata, soprattutto quella che riguarda la prima parte.

Lo spagnolo ad inizio anno si è aggiudicato nell’ordine il 250 di Melbourne Summer Set, gli Australian Open dopo una rimonta pazzesca contro Daniil Medvedev conclusasi al quinto set, il 500 di Acapulco e infine il suo quattordicesimo sigillo al Roland Garros che lo ha proiettato a quota 22 slam totali.

Al momento lo spagnolo comanda questa speciale classifica dei major alle spalle di Novak Djokovic a quota 21 e Roger Federer che ha concluso la sua carriera proprio quest’anno e che era arrivato a quota 20 slam.