"Non farà una grande differenza": Rafael Nadal categorico sulle Atp Finals



by   |  LETTURE 3052

"Non farà una grande differenza": Rafael Nadal categorico sulle Atp Finals

Con la vittoria sul norvegese Casper Ruud, Rafael Nadal ha chiuso positivamente la sua splendida stagione 2022, evitando di incappare nella quinta sconfitta consecutiva. Lo spagnolo, con un doppio 7-5, ha potuto togliersi la soddisfazione di aver conquistato almeno un match nel corso delle Nitto Atp Finals di Torino.

L'iberico si è presentato in conferenza stampa e ha risposto all'inevitabile domanda su quanto questo successo gli possa effettivamente servire: "Non lo so. Non credo davvero che farà una grande differenza in futuro.

Alla fine si tratta di concludere l'annata con una vittoria. Si tratta di vedermi competitivo contro un grande giocatore con possibilità di trionfo. Ho avuto la soddisfazione personale che dopo un paio di giorni molto duri sono andato sui campi di allenamento e ho fatto un ottima sessione.

Ho ricevuto il premio per quella pratica di mercoledì" ha commentato. Poi ha proseguito: "Tre partite qui. Alla fine è quello di cui avevo bisogno ora, come ho detto anche prima dell'inizio del torneo.

Anche se mi alleno bene, ho bisogno di giornate in campo e partite, cosa che non sono riuscito a fare. È successo il mese scorso e penso di essere riuscito a migliorare giorno dopo giorno. Oggi ho espresso un buon livello di tennis, servendo bene, giocando con più determinazione nei momenti giusti.

Ora è il momento di tornare a casa un paio di giorni, poi un tour in America Latina, nel quale disputerò un paio di partite. Anche se si tratta di esibizioni, mi aiuterà a essere in forma. Poi torna a casa per la preparazione in vista dell'inizio della prossima stagione" ha chiarito il campione di 22 titoli del Grande Slam.

La differenza delle superfici

A Torino tutti hanno notato ed evidenziato la velocità del campo rispetto a molti altri: "Anche se le superfici sono diverse, si tratta di essere competitivi, avere fiducia e seguire il ritmo della competizione.

Alla fine nel mio caso, se sono a un gran livello con una buona confidenza, normalmente non ho grossi problemi a essere competitivo in ogni singola battaglia. L'Australia sarà una bella sfida, sul cemento ho giocato bene tante volte, anche se ho vinto solo due volte. Ma sarò solo entusiasta di essere lì" ha aggiunto davanti ai media.