Rafael Nadal e la prima posizione del ranking: "Non è più un mio obiettivo"



by   |  LETTURE 2949

Rafael Nadal e la prima posizione del ranking: "Non è più un mio obiettivo"

Rafael Nadal è stato eliminato dalle ATP Finals dopo sole due partite e non potrà più conquistare la prima posizione del ranking ATP ai danni del connazionale Carlos Alcaraz. Il maiorchino sarebbe stato certo di chiudere la stagione sulla vetta della classifica mondiale vincendo il Torneo dei Maestri da imbattuto, perdendo una o due partite ma portando a casa il trofeo e raggiungendo la finale senza sconfitte negli incontri di Round Robin.

A porre fine alle sue già precarie speranze, ci ha pensato Casper Ruud. Il norvegese ha infatti sconfitto Taylor Fritz in tre set e vinto il Gruppo Verde. A contendersi il secondo posto nel girone saranno quindi l'americano e Felix Auger-Aliassime in una partita da dentro o fuori.

Nadal e la prima posizione del ranking: "Non è il mio obiettivo"

“Ovviamente, terminare la stagione da numero uno del mondo è un grande risultato. Sarebbe un risultato incredibile in questa fase della mia carriera.

D’altro canto, ho sempre detto che non avrei più inseguito questo obiettivo. È capitato perché i risultati mi hanno messo in questa posizione, il che è fantastico. Ma il mio corpo, la mia età e la mia situazione personale non mi permettono più di puntare a questo obiettivo.

Vincere due Slam non è bastato, perché non sono stato in grado di giocare. Non so quanti tornei io abbia giocato - 10, 11 o 12" , ha detto Nadal in conferenza stampa. "È difficile confrontarsi e lottare contro questi giovani ragazzi, che sono davvero forti ed in grado di giocare tutti i tornei che vogliono.

Succedeva anche a me 15 anni fa. Bisogna fare i complimenti a Carlos Alcaraz in questo caso. Sono felice per lui. È una grande notizia per lo sport spagnolo. Lo ha meritato dopo una grande stagione” . Nadal si è infine soffermato sulla prossima partita contro Ruud, che è cresciuto molto proprio grazie all’Accademia del maiorchino.

“Ho condiviso molti bei momenti con lui, perché è stato spesso a Maiorca. Conosco bene la sua famiglia; una splendida famiglia. Lui è un bravissimo ragazzo. Spero sia una bella partita. Ho bisogno di continuare a lottare per chiudere la stagione in maniera positiva.

Non parlo della vittoria, ma della possibilità di offrire un’immagine di me stesso che possa in qualche modo aiutarmi in vista della prossima stagione” . Photo Credit: atptour.com