Luis Enrique si esalta per Rafael Nadal: l'elogio dell'allenatore spagnolo

Il mister pronto per i Mondiali di calcio in Qatar, il giocatore iberico prepara l'esordio alle Finals

by Luca Ferrante
SHARE
Luis Enrique si esalta per Rafael Nadal: l'elogio dell'allenatore spagnolo

Rafael Nadal è pronto a giocare in Italia. Lo spagnolo prenderà parte all'edizione 2022 delle Nitto Atp Finals con la voglia ancora presente di sfatare un grande tabù, che dura praticamente dall'inizio della sua lunga e splendida carriera: aggiudicarsi il trofeo della manifestazione riservata ai migliori otto tennisti al mondo della stagione, anche quest'anno in programma al PalaAlpitour di Torino.

Per il tennista iberico sarà un ultimo banco di prova nel 2022, davvero magico dopo essere partito alla grande e aver conquistato i trofei degli Australian Open e del Roland Garros. Il maiorchino ha avuto diversi problemi fisici nel corso dell'anno, che non lo hanno comunque fermato del tutto: a Wimbledon il 36enne si è spinto fino alle semifinali prima che un infortunio lo costringesse ad alzare bandiera bianca, così come in quest'ultima parte di stagione in cui non si è espresso al massimo delle sue possibilità.

Alle Finals ci saranno tante incognite e naturalmente molta curiosità sull'avventura di Rafa, atteso domenica 13 novembre dalla sfida serale contro lo statunitense Taylor Fritz. L'orario di inizio del match è fissato a partire dalle ore 21, con il pubblico italiano che renderà l'atmosfera calda e magnifica.

L'elogio di Luis Enrique

Nel corso di una recente conferenza stampa l'allenatore di calcio della Spagna Luis Enrique, in vista dei Mondiali del Qatar anche per la sua formazione, ha fatto un paragone fra Sergio Busquets e Rafael Nadal, esprimendo diverse parole di elogio per il tennista vincitore di 22 titoli del Grande Slam: "Il mio obiettivo è convincere Busi a giocare un'altra Coppa del Mondo.

Lui è come Nadal. C'è qualche dubbio sul fatto che sia stato il migliore della storia insieme a Roger Federer e Novak Djokovic? Se dovessimo fare una classifica, Nadal in quale posizione lo mettereste? Se il nostro gioco è quello che vogliamo esprimere, ovvero stare nella metà campo avversaria e mantenere più degli altri il possesso palla, Busquets diventa il numero uno" ha commentato. Photo credit: Getty Images.

Rafael Nadal
SHARE