'Vedremo come gestirà la paternità': Mischa Zverev sul futuro di Rafael Nadal



by   |  LETTURE 2851

'Vedremo come gestirà la paternità': Mischa Zverev sul futuro di Rafael Nadal

Rafael Nadal ha messo in bacheca due Major nel 2022, dimostrando per l’ennesima volta di essere una leggenda vivente. Il fenomeno spagnolo, reduce da un brutto 2021, si è aggiudicato gli Australian Open e il Roland Garros nonostante il persistente dolore al piede.

Il 36enne di Manacor ha provato a vincere il suo terzo titolo a Wimbledon, ma uno strappo agli addominali gli ha impedito di giocare la semifinale contro Nick Kyrgios. Quell’infortunio ha condizionato il rendimento di Rafa anche agli US Open, dove è uscito di scena già negli ottavi per mano del beniamino di casa Frances Tiafoe.

L’ex numero 1 del mondo si è recato a Londra per salutare il suo grande amico e rivale Roger Federer, con il quale ha disputato un doppio alla Laver Cup. Sabato 8 ottobre, Nadal e sua moglie Maria Francisca Perello hanno dato alla luce il loro primo figlio.

Secondo le ultime indiscrezioni, il maiorchino dovrebbe giocare il Masters 1000 di Parigi-Bercy e le ATP Finals in quest’ultimo scorcio di stagione. Ai microfoni di Eurosport Germania, Mischa Zverev ha analizzato le prospettive di Rafa.

Rafa Nadal è appena diventato papà

“Tennis o famiglia? Non è facile combinare entrambe le cose. Per quanto mi riguarda, la famiglia viene sempre al primo posto” – ha esordito Mischa.

“La nascita di un figlio ti cambia la vita. Un professionista è abituato a dedicare quasi tutta la giornata al tennis. Ti alleni per due o tre ore la mattina, poi è il momento del recupero e del fitness. Se hai un figlio, sei ‘costretto’ a rivedere le tue abitudini.

Magari ti devi alzare di notte per dare una mano a tua moglie, il è che non è l’ideale il giorno prima di una partita. Vedremo come Rafael Nadal gestirà tutto ciò. Rafa è un atleta di enorme successo, quindi ha i mezzi economici per portare con sé tante persone durante i tornei.

Questo rende tutto più facile. È molto diverso per i giocatori che sono intorno al 50°-60° posto della classifica” – ha aggiunto Zverev. Photo credit: Getty Images