Bertolucci: “C’è un detto che descrive appieno Nadal come uomo e come giocatore”

L’ex campione azzurro e l’encomio per lo spagnolo nella sua rubrica per La Gazzetta dello Sport

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Bertolucci: “C’è un detto che descrive appieno Nadal come uomo e come giocatore”

Nella rubrica da lui curata per La Gazzetta dello Sport, l’ex tennista italiano – oggi noto commentatore televisivo – Paolo Bertolucci ci ha tenuto ad esprimere tutta la sua ammirazione per l’intramontabile forza di Rafael Nadal.

L’ex campione azzurro ha redatto un vero e proprio encomio nei confronti del fuoriclasse maiorchino, che insieme a Carlos Alcaraz rappresenta il presente e il (brillante) futuro del tennis spagnolo. “Il detto «quando tutto sembra perduto, pensa a Nadal» descrive perfettamente l'uomo e il giocatore”, ha scritto Paolo Bertolucci, che ha esaltato pienamente le doti atletiche di cui Rafa ha sempre dato prova dall’inizio della sua gloriosa carriera.

“Rafa è un supereroe che ha fatto della prodezza atletica un marchio di fabbrica. Inoltre, con la sua straordinaria intelligenza tattica e il suo comportamento esemplare, incarna più di chiunque altro la volontà di vincere e l'abnegazione sul lavoro.

Per un fenomeno che è inevitabilmente entrato in dirittura d'arrivo di una carriera straordinaria, la Spagna offre ora il diciannovenne Carlos Alcaraz” .

Toni Nadal: “Rafa non pensa ai risultati degli altri”

Il 2022 ha regalato a Rafael Nadal grandissime soddisfazioni.

Dopo un 2021 ricco di intoppi e chiuso anzitempo, quest’anno lo spagnolo ha messo in bacheca due titoli dello Slam. L’ex numero 1 del mondo si è infatti imposto agli Australian Open e al Roland Garros, dimostrando per l’ennesima volta di essere una leggenda vivente.

La rimonta ai danni di Daniil Medvedev a Melbourne resterà impressa nella memoria dei fan per tantissimo tempo, così come la vittoria contro Novak Djokovic a Parigi. Intervistato da AS recentemente, Toni Nadal ha analizzato il 2022 di Rafa e ha negato che l’ascesa di Carlos Alcaraz possa aver distratto suo nipote.

“Rafael Nadal non pensa affatto a ciò che fanno gli altri giocatori. Rafa ha sempre giocato per sé stesso, non si chiede cosa stiano facendo Carlos Alcaraz o Novak Djokovic”, ha dichiarato Toni. “Mio nipote accetta i risultati degli altri tennisti e lavora sodo per riuscire a batterli” .

Toni ha comunque speso belle parole per Alcaraz: “In pochi mesi, ha ottenuto quello che tanti giocatori sognano di vincere in un’intera carriera. Il suo record di precocità sarà veramente difficile da battere.

Mi avevano parlato di lui fin da quando aveva 12-13 anni e io lo avevo visto giocare per la prima volta quando ne aveva 14-15. Mi aveva subito impressionato. Ha una velocità di braccio e una rapidità di gambe che non sono comuni nel circuito maggiore.

Parliamo di un giocatore straordinario, destinato a fare grandissime cose nei prossimi anni”. ‘Carlitos’ è tornato in campo ad Astana, ma è stato sconfitto all’esordio da David Goffin. Photo Credits: Instagram Rafael Nadal

SHARE