"Emozionante, ma...": i dubbi di Rafael Nadal su un match contro Federer al Bernabeu

L'attuale numero tre del mondo torna a parlare delle emozioni della Laver Cup: dalla rivalità con Federer alle lacrime della prima serata

by Martina Sessa
SHARE
"Emozionante, ma...": i dubbi di Rafael Nadal su un match contro Federer al Bernabeu

Molte lacrime sono scese nell’addio al tennis di Roger Federer. Oltre al protagonista di quella serata, molti intorno a lui si sono lasciati sopraffare dall’emozione: in particolare, Rafael Nadal. Il tennista spagnolo, che è stato il compagno dell’ultimo doppio del campione svizzero, suo grande rivale e suo grande amico.

Di quella serata così densa è tornato a parlare proprio il ventidue volte vincitore dei titoli del Grande Slam, ai microfoni di El Partidazo de COPE: “È stato un momento di tante emozioni insieme.

Sono tanti gli anni in cui abbiamo goduto di uno dei migliori atleti di sempre, non solo per i suoi titoli, ma anche per il modo in cui li ha conquistati. Nessuno nella storia ha raggiunto questi obiettivi in un modo così elegante, così maestoso e con tale facilità”.

Uno dei temi che torna molto in questi giorni post ritiro è la rivalità che c’è stata tra i due: iniziata in un modo e finita in un altro, secondo le parole del tennista maiorchino. "Come ogni cosa, la rivalità ha avuto le sue fasi.

È stato un rapporto che è stato bello fin dall'inizio, e che negli anni si è rafforzato. Alla fine il nostro modo di vedere il mondo e la stessa rivalità ha fatto sì che il nostro rapporto personale fosse probabilmente più importante di quello professionale.

Da anni, infatti, la nostra amicizia si è rafforzata: il fatto di stare insieme nel Players' Council, per cercare di migliorare il mondo del tennis, ha fatto sì che passassimo molte ore insieme. Inoltre, ci capiamo bene, anche se a volte abbiamo opinioni diverse.

"La nostra rivalità si è evoluta nello stesso modo in cui si è evoluta la nostra relazione personale”, ha dichiarato lo spagnolo.

Le emozioni dell’ultimo match e l’ipotesi Bernabeu

Uno di momenti iconici di quell’ultimo match di Roger Federer è stato il pianto liberatorio proprio dei due ex numeri uno, che si tenevano per mano mentre il campione svizzero veniva celebrato.

"Sono una persona sensibile. – ha spiegato Rafael Nadal, come riportato da Punto de Break - Quando vedi qualcuno che apprezzi piangere, è difficile non emozionarsi. È una situazione un po' sfuggita di mano (ride), perché è stato un momento difficile da gestire, e la cosa peggiore è che quando arrivato nella stanza, da solo, ho continuato a piangere".

Ultima battuta è sull’ipotesi, che proviene dalla Spagna, che Rafael Nadal e Roger Federer possano giocare un match d’esibizione al Santiago Bernabeu. Il tifoso del Real Madrid ha qualche dubbio su questo: "Non ne ho idea e non credo che il Madrid ne sia ossessionato.

Se in qualsiasi momento arrivasse una richiesta di questo tipo, è ovvio che sarei molto emozionato, ma poi bisognerebbe attendere anche cosa risponde Roger”. Photo Credit: Reuters

Rafael Nadal Laver Cup
SHARE