"Ho cose più importanti a cui pensare": Nadal torna a casa dopo la sconfitta



by   |  LETTURE 18423

"Ho cose più importanti a cui pensare": Nadal torna a casa dopo la sconfitta

Nadal ha rinunciato anzitempo al sogno Slam numero ventitré e alla lotta per la prima posizione del ranking, con Alcaraz e Ruud che riuscirebbero a scavalcare il campionissimo spagnolo 'semplicemente' raggiungendo la finale.

Rafa ha parlato dopo la sconfitta con Frances Tiafoe in maniera molto lucida, come da logica delle cose. "Io ho giocato molto male, lui ha giocato molto bene. Non penso ci siano altre particolari motivazioni. Se vuoi essere nei quarti di finale di uno Slam devi giocare meglio di me e lui lo ha fatto.

Ho avuto le mie chance nel quarto set, vincere mi avrebbe dato delle motivazioni in più, ma semplicemente le cose non hanno funzionato" ha spiegato. "Ora è il momento di tornare a casa e prepararmi di nuovo mentalmente.

Quando sarà il momento e mi sentirò di nuovo pronto per competere, beh, lo farò" Dicevamo, qualora Alcaraz o Ruud dovessero raggiungere la finale il circuito maschile avrà un numero uno inedito.

"Succede, la vita va così. Le cose succedono e il mondo continua a girare. Sono al vertice da una vita, sono dinamiche che ho sempre vissuto, semplicemente tra un po' di tempo ci sarà qualcun'altro" E il futuro? "Ho appena perso al quarto turno degli Us Open, non posso dire con chiarezza quali saranno i miei piani.

Ora voglio semplicemente tornare a casa, ho cose più importanti a cui pensare del tennis. Detto ciò, prenderò le decisioni che devo prendere in base a quello che succederà. La mia vita personale al momento ha la priorità sulla mia vita professionale.

In questo momento devo semplicemente fare un reset, sono stati mesi molto impegnativi e prima di ritornare a pensare al lavoro penserò a cosa sarà avere un figlio" Quello che è successo fuori dal campo, però, non ha pregiudicato in alcun modo il rendimento in campo.

Nel bene e nel male. "Non devo cercare scuse. Alcune volte le cose vanno bene e altre vanno male. Oggi sono andate male. Ci ho provato, ma non ci sono riuscito. Possiamo continuare a parlarne per le prossime 24 ore, ma la verità è semplice.

Ha giocato meglio di me e ha vinto. Voglio tornare a giocare in Europa con buone sensazioni, mancano pochi tornei e se tutto va bene spero di poterli giocare"