Carlos Moya su Rafael Nadal: "Numero uno? Non è la cosa più importante"



by   |  LETTURE 2400

Carlos Moya su Rafael Nadal: "Numero uno? Non è la cosa più importante"

Lo scorso 7 luglio, alla viglia della semifinale con Nick Kyrgios, Rafael Nadal è stato costretto a lasciare Wimbledon senza avere la possibilità di competere. Il campione spagnolo, dopo il match vinto contro Taylor Fritz, si è sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato uno strappo di 7 mm al muscolo addominale.

Nessuno era riuscito a battere Nadal in un Major nel 2022 prima degli US Open. A fermare la sua incredibile striscia positiva ci ha pensato una delle migliori versioni di Frances Tiafoe, che ha ottenuto la vittoria più importante della sua carriera esprimendo un altissimo livello di gioco.

L'americano ha sconfitto con il punteggio di 6-4, 4-6, 6-4, 6-3 Nadal e ai quarti di finale troverà dall'altra parte della rete Andrey Rublev. Il russo ha estromesso dal torneo la testa di serie numero sette Cameron Norrie.

Moya e la prima settimana di Rafael Nadal agli US Open

Carlos Moya, allenatore dello spagnolo, ha parlato delle modifiche apportate al servizio per prevenire un nuovo infortunio agli addominali. “Rafa ha preso la decisione corretta non disputando le semifinali di Wimbledon.

La sua salute viene prima di tutto, perché se sta bene è ancora competitivo in tutti i tornei" , ha spiegato il coach spagnolo al sito ufficiale dell'ATP. "Abbiamo cambiato il movimento al servizio, perchè esisteva un alto rischio di ricaduta per l'infortunio addominale.

Su questi campi può funzionare molto bene: il suo servizio non ha perso velocità e il rimbalzo che la palla acquisisce è efficace. Prima posizione del ranking ATP? Sarebbe bello tornare in cima alla classifica ATP.

La cosa più importante, però, è prendersi cura del proprio corpo ed essere competitivi nei tornei del Grande Slam. La cosa principale per lui è giocare con calma. Ha il livello, ma nei momenti difficili può diventare disordinato.

Ecco perché l'importante è giocare con calma" . Tra Nadal e la prima posizione del ranking mondiale ci sono solo Carlos Alcaraz e Casper Ruud. Lo spagnolo e il norvegese avranno la grande occasione di lasciare New York guardando tutti dall'alto verso il basso. Photo Credit: Getty Images