'Fa così da 20 anni': il chiarimento di McEnroe su Rafael Nadal

Nadal si è qualificato per il terzo turno degli US Open

by Simone Brugnoli
SHARE
'Fa così da 20 anni': il chiarimento di McEnroe su Rafael Nadal

Pur senza brillare particolarmente, Rafael Nadal si è qualificato per il terzo turno degli US Open. L’ex numero 1 del mondo, ancora non al meglio della condizione dopo l’infortunio agli addominali, ha piegato in quattro set Rinky Hijikata e Fabio Fognini.

L’ex numero 1 del mondo, che va a caccia del suo quinto titolo a Flushing Meadows, è già matematicamente certo di partecipare alle ATP Finals di Torino. Dopo un 2021 con soli sette tornei disputati, quasi nessuno si aspettava che l’iberico avrebbe vinto così tanto quest’anno.

Nonostante il persistente dolore al piede, il 36enne di Manacor si è aggiudicato gli Australian Open e il Roland Garros. Così facendo, Rafa si è issato a quota 22 Slam allungando su Novak Djokovic e Roger Federer nella classifica all-time.

Vista l’assenza di Nole a New York, Nadal farà tutto il possibile per ampliare ulteriormente il gap. Durante la conferenza stampa di martedì, un giornalista ha chiesto al maiorchino se sente di ricevere un trattamento speciale dagli arbitri.

In precedenza, John McEnroe aveva fatto notare come Rafa superi spesso il limite dei 25 secondi tra un punto e l’altro.

John McEnroe fa chiarezza

Ai microfoni di Eurosport, John McEnroe ha voluto chiarire il suo punto di vista sull’argomento: “Non ho ancora parlato con Rafael Nadal, ma permettetemi di essere più chiaro.

Nadal ha il diritto di fare quello che vuole, è così che è diventato uno dei migliori atleti di sempre. Sappiamo tutti cosa fa tra un punto e l’altro, visto che è nel circuito da quasi 20 anni.

Dovrebbe essere l’arbitro a far rispettare la regola, non dipende da Rafa. In ogni caso, penso che tutta questa faccenda sia una stupidaggine. Non credo proprio che una questione così sciocca vada ad intaccare la legacy dello spagnolo”.

Gli ha fatto eco Alex Corretja: “Non mi piace quando i giornalisti vengono da te e dicono: ‘Qualcuno sostiene che…’. Sii sincero fino in fondo. I giudici di sedia hanno l’orologio ed è compito loro far rispettare le regole”.

Rafael Nadal Us Open
SHARE