'Non si fa così': Clijsters e Corretja difendono Rafael Nadal



by   |  LETTURE 19301

'Non si fa così': Clijsters e Corretja difendono Rafael Nadal

Rafael Nadal ha faticato più del previsto per avere la meglio su Rinky Hijikata nel primo round degli US Open 2022. L’ex numero 1 del mondo, ancora non al meglio dopo l’infortunio agli addominali, ha dovuto rimontare un set di svantaggio contro un avversario che non aveva nulla da perdere.

Il fenomeno spagnolo va a caccia del suo quinto titolo a New York, un torneo dove ha sempre sfoderato grandissime prestazioni. L’assenza di Novak Djokovic potrebbe costituire un ulteriore stimolo, oltre che una ghiotta chance per allungare ulteriormente nella classifica all-time dei Major.

Dopo un 2021 pieno di difficoltà, questa stagione ha regalato enormi soddisfazioni al 36enne di Manacor. Nonostante il persistente dolore al piede, Rafa ha conquistato gli Australian Open e il Roland Garros issandosi a quota 22 Slam.

L’iberico ha tentato di vincere anche Wimbledon, ma uno strappo agli addominali gli ha impedito di giocare la semifinale contro Nick Kyrgios. In conferenza stampa dopo il suo match d’esordio, un giornalista ha chiesto a Nadal se sente di ricevere un trattamento speciale dagli arbitri.

Il maiorchino – con un’espressione un po’ stupita – non ha tardato a rispondere (negando tutto).

Clijsters e Corretja difendono Nadal

Ai microfoni di Eurosport, Kim Clijsters e Alex Corretja si sono schierati dalla parte del ‘King of Clay’.

“Non è stata una domanda carina” – ha glissato la belga. Corretja ha difeso a spada tratta il suo connazionale: “Mi piacerebbe essere Rafael Nadal anche solo per un minuto. Nonostante abbia 36 anni, ha la stessa voglia di un ragazzino appena entrato nel circuito.

Per quanto riguarda la domanda di quel giornalista, si vedeva che lo stesso Rafa era sorpreso. Non si aspettava di sentire una cosa del genere. Non mi piace quando i giornalisti vengono da te e dicono: ‘Qualcuno sostiene che…’.

Sii sincero fino in fondo. I giudici di sedia hanno l’orologio ed è compito loro far rispettare le regole”. Avendo giocato pochissimo l’anno scorso, Rafa ha buone chance di chiudere l’anno in vetta al ranking ATP.