"Non è il favorito agli Us Open": Tim Henman si esprime su Rafael Nadal

Il britannico 'punta' sull'attuale numero uno del mondo

by Luca Ferrante
SHARE
"Non è il favorito agli Us Open": Tim Henman si esprime su Rafael Nadal

A pochi giorni dagli Us Open l'incertezza può regnare sovrana sui pretendenti al titolo nel circuito Atp e Wta. Se nel femminile le sorprese sono ormai all'ordine del giorno e l'ipotesi sempre quotata Iga Swiatek non sia così dominante rispetto alle altre, anche nel tabellone maschile restano ancora dei dubbi da sciogliere durante la competizione: Rafael Nadal, Daniil Medvedev vogliono ambire al titolo; Tsitsipas, Berrettini ma anche Carlos Alcaraz e Jannik Sinner sognano in grande e hanno dimostrato di poter spingersi fino in fondo anche a tornei Slam; a preoccupare i risultati nei Master 1000 su cemento, in cui a trionfare sono stati due outsider (sarà così anche nel prossimo prestigioso appuntamento?).

L'analisi

A esprimere recentemente pareri e osservazioni sulla manifesazione è stato l'ex giocatore Tim Henman, che ha sottolineato: "Direi che il favorito per il titolo è Medvedev per come il suo gioco si adatta al cemento e per lo status di campione in carica con cui arriva.

In ogni caso sono tante le persone ad ambire al trofeo e quella principale è Nadal. che non può mai essere escluso dalla lotta per un Grande Slam. L'abbiamo fatto in Australia e a Parigi, dove ha finito per vincere.

Anche se non lo vedo come il miglior candidato, penso che potrebbe avereuna buona occasione per aggiungere un nuovo titolo, soprattutto se verrà confermata l'assenza di Djokovic, che avrà bisogno di un grande sforzo per raggiungerlo" ha commentato a Tennis 365.

Poi ha proseguito: "Bisogna prendere in considerazione anche altri giocatori, come Carlos Alcaraz e Jannik Sinner che hanno un tennis incredibile. Penso che tutto sia abbastanza aperto perché devi dare credito a Casper Ruud e al suo miglioramento sul cemento.

Inoltre, Nick Kyrgios sta giocando a un livello molto alto, penso che sia molto bravo e possa continuare a evolversi. Potrebbe fare molto bene a New York se fosse in grado di giocare al livello che ha fatto a Washington" . Sul femminile: "Ciò che rende il circuito Wta così emozionante è l'impossibilità di prevedere cosa potrebbe accadere.

Direi che Iga Swiatek è ancora la grande favorita, anche se non sta mostrando il livello della prima metà dell'anno. Non vedo l'ora di vedere cosa succederà, perché abbiamo potuto assistere all'impresa di Raducanu l'anno scorso.

Quest'anno spero che possa giocare con libertà e gioia, godendosi la sfida. Ha solo bisogno di tempo e di abituarsi alle esigenze fisiche e mentali del circuito, ma ha un grande tennis e lo ha già dimostrato" ha concluso.

Us Open Rafael Nadal
SHARE