"So cosa devo fare": Nadal non perde la fiducia dopo la sconfitta a Cincinnati



by   |  LETTURE 7240

"So cosa devo fare": Nadal non perde la fiducia dopo la sconfitta a Cincinnati

A Cincinnati Nadal avrebbe potuto sfruttare uno scenario difficile ma non impossibile. Approfittare di un ipotetica sconfitta agli ottavi di finale di Daniil Medvedev e vincere il torneo per ritornare in vetta al ranking. Comprensibilmente, dopo il ritiro in semifinale a WImbledon e il forfait dal '1000' di Montreal della passata settimana, il campionissimo spagnolo sbatte al primo turno contro Borna Coric all'esordio.

Ancora tante le cose da limare alle porte degli Us Open. "Ovviamente non è stata la mia partita migliore, ma credo possa succedere visto che non giocavo una partita ufficiale da un po' di tempo e che storicamente non ho mai fatto troppo bene in questo torneo.

Non posso fare altro che congratularmi con Borna [Coric] che ha giocato una partita incredibile. Ho perso una manciata di occasioni per vincere il tie break del primo set e non ho sfruttato una situazione di 0-30 sul suo servizio a inizio terzo set.

Questo è il tennis, quando si affrontano giocatori che servono molto bene e che giocano a un livello molto alto è difficile vincere se non si sfruttano le possibilità a disposizione. Sono comunque felice che Borna sia ritornato al meglio dopo tutti gli infortuni.

Oggi è stato semplicemente più bravo di me" ha spiegato il ventidue volte Slam con la consueta eleganza. Poco meno di due settimane agli Us Open. "Diciamo che è difficile ricavare qualcosa di positivo da una sconfitta del genere.

Chiaramente devo migliorare ancora sotto tantissimi punti di vista, dovrò allenarmi molto. L'ideale quando si rientra da un infortunio è vincere la prima partita per ritrovare gli automatismi, ma non ci sono riuscito.

Lo sapete, la priorità per me è stare bene fisicamente. L'ultimo mese e mezzo non è stato facile e questo ovviamente incide sulla mia fiducia, sono stato troppo conservativo nei momenti importanti e ho sbagliato tanto" Nadal, costretto a rinunciare alla semifinale con Kyrgios a Wimbledon e a saltare in maniera precauzionale il primo impegno della tappa nordamericana a causa di un problema agli adduttori, ha parlato ovviamente della situazione.

"Si tratta di un infortunio molto complicato da gestire perché non sai mai al 100% quando lo hai davvero superato. Non è facile analizzare come sto in questo perché la linea è molto sottile" Nonostante tutto, la sconfitta non ha intaccato in alcuna maniera le ambizioni di Nadal.

Pronto a rifarsi a Flushing Meadows. "Dovrà attivare la 'Modalità Slam' come sempre. Dovrò superare questa sconfitta e uscirne più forte. So cosa c'è da fare per arrivare al meglio a New York, qui ho potuto allenarmi in una certa maniera, nelle prossime due settimane il livello di intensità sarà completamente differente. I prossimi giorni comunque saranno molto importanti per me"