Rafael Nadal, non solo vittorie: una carriera costellata dagli infortuni



by   |  LETTURE 4710

Rafael Nadal, non solo vittorie: una carriera costellata dagli infortuni

Tutti i più grandi sportivi della storia hanno subito infortuni. Anche i tennisti più forti di sempre come Federer e Djokovic hanno dovuto saltare grandi Slam a causa di infortuni. Nadal non è da meno. Nonostante il fatto che il tennista spagnolo, oltre ad avere una soglia del dolore molto alta abbia una capacità innata di adattarsi a ogni tipo di imprevisto, Rafa Nadal negli anni ha dovuto saltare i più grandi appuntamenti della stagione a causa di infortuni che si sono susseguiti nel corso della sua carriera.

Basta fare una breve ricerca tra le statistiche di questo campione per renderci conto del fatto che nel corso della sua carriera ha dovuto saltare ben 12 tornei del Grande Slam a causa di infortuni di una certa rilevanza.


Rafa Nadal ha avuto diversi problemi fisici che lo hanno costretto a saltare diversi tornei:

  • Roland Garros 2003: Infortunio al gomito
  • Roland Garros 2004: frattura da stress dello scafoide
  • Wimbledon 2004: frattura da stress dello scafoide
  • Australian Open 2006: infortunio al piede sinistro
  • Wimbledon 2009: tendinite ad entrambe le ginocchia
  • US Open 2012: infortunio al ginocchio sinistro
  • Australian Open 2013: Virus intestinale
  • US Open 2014: infortunio al polso sinistro
  • Wimbledon 2016: infortunio al polso sinistro
  • US Open 2020: problemi al piede sinistro e problemi relativi al COVID
  • Wimbledon 2021: Problemi al piede sinistro
  • US Open 2021: problemi al piede sinistro
Numeri che fanno impressione se si pensa che stiamo parlando di uno dei più grandi campioni del Tennis e dello sport in generale.

Nadal, come dicevamo prima, è capace di adattarsi ad ogni tipo di situazione, per questo ha spesso deciso di presentarsi infortunato a tornei in cui alcuni magari suoi colleghi non neanche pensato di partecipare.

Nadal e i tornei Slam dove ha avuto problemi fisici

  • US Open 2007: problemi al ginocchio, perso contro Ferrer negli ottavi in ​​quattro set
  • US Open 2009: muscolo addominale strappato, perso in semifinale contro Del Potro in tre set
  • Australian Open 2010: Grave fastidio al ginocchio sinistro, danneggiato da Murray nei quarti di finale per ritiro
  • Australian Open 2011: problemi al tendine del ginocchio alla gamba sinistra, caduto da Ferrer nei secondi di finale in tre set
  • Wimbledon 2012: infortunio al ginocchio sinistro, perso contro Rosol al turno in cinque set
  • Australian Open 2014: problema alla schiena, perso in finale contro Wawrinka in quattro set
  • Roland Garros 2016: Rottura del polso sinistro, walkover contro Granollers al secondo turno
  • US Open 2016: dolore al polso sinistro, perso contro Pouille negli ottavi in ​​cinque set
  • Australian Open 2018: Problemi al quadricipite della coscia destra, perso nei quarti contro Cilic per ritiro nel quinto set
  • US Open 2018: Inconveniente al ginocchio destro, privo in semifinale da Del Potro per ritiro dopo aver perso due set
  • Australian Open 2021: problema alla schiena, perso contro Tsitsipas nei quarti di finale in cinque set
  • Roland Garros 2021: Dolore notevole al piede sinistro, eliminato in semifinale in quattro set da Djokovic
  • Wimbledon 2022 : Strappi addominali, walkover contro Kyrgios in semifinale.

Rafael Nadal e la sua grandezza

Una volta analizzata questa spirale di infortuni apparentemente inesauribile, è impossibile apprezzare ancora di più l'impresa che ha fatto Rafael Nadal nella sua carriera.

Sopratutto se teniamo conto del fatto che gli unici anni in cui non ha saltato nessun torneo del Grande Slam, non ha dovuto ritirarsi o è stato fortemente condizionato da disagio o infortuni sono il 2005 (campione del Roland Garros), 2008 (campione del Roland Garros e Wimbledon), 2015 (nessun titolo del Grande Slam), 2017 (Campione del Roland Garros e degli US Open) e 2019 (Campione al Roland Garros e US Open).Insomma, la morale è dobbiamo gli appassionati di tennis debbono essere grati di vivere nello stesso periodo storico in cui gioca un campione come Rafael Nadal.