Dal trionfo a Bastad a Rafa Nadal: Francisco Cerundolo racconta i suoi successi



by   |  LETTURE 4028

Dal trionfo a Bastad a Rafa Nadal: Francisco Cerundolo racconta i suoi successi

Il tennis argentino sta ripartendo pian piano e tanto dei suoi nuovi successi arriva dai fratelli Cerundolo. Lo scorso anno fu il più piccolo a trionfare a Cordoba, questa volta è il turno di Francisco Cerundolo, il fratello maggiore che si sta ben comportando e che nella giornata di ieri ha conquistato il torneo di Bastad.

Una bella vittoria contro il connazionale Baez ed un successo che porta Francisco nella Top 30 mondiale. Ai microfoni di La Nacion il tennista ha raccontato i suoi sforzi e i dettagli che lo hanno portato a trionfare a Bastad.

Il ventitreenne entra cosi in Top 30: "Vincere il mio primo titolo Atp è un sogno che diventa realtà. Lo scorso anno fu doloroso perdere la finale a Buenos Aires contro Diego Schwartzman e il blocco dei punti non mi permetteva di avere la posizione che meritavo.

Sono rimasto turbato da ciò ed ero molto deluso ma quest'anno è cambiato tutto. Soprattutto è cambiata la mia testa, ho iniziato a lavorare ancora più duramente e affrontare le cose in maniera differente.

L'ingresso nella Top 100 è arrivata e pian piano sono migliorato su tutte le superfici. Anche se non sono arrivati i risultati anche sull'erba credo di aver fatto molto bene. Questa settimana poi è andato tutto per il verso giusto"

L'analisi della finale e la sfida con Rafa Nadal

Continuando a parlare Cerundolo ha spiegato: "È sempre difficile sfidare un argentino e lo è ancora di più in finale. Già era accaduto a Buenos Aires, questa volta è andata meglio ed ho fatto tutto al massimo.

C'era tensione ma alla fine sono riuscito a vincere" Cerundolo ha chiarito che una delle chiavi di questo successo è dipeso dal match di Wimbledon contro Rafa Nadal. L'argentino fu sconfitto ma fu protagonista di un buon match contro il campione maiorchino.

A riguardo Francisco ha chiarito: "Penso che il match contro Rafa mi abbia aiutato in tanti modi. Ho dovuto resistere ed affrontare tante emozioni, giocare a Wimbledon in uno stadio pieno contro Rafa, sono preparato per qualsiasi sfida che mi si presenti. Affrontare lui in quel modo mi ha convinto tanto riguardo le mie possibilità"