Davydenko: "Rafael Nadal è andato all-in al Roland Garros"

Nadal ha dovuto fare i conti con tanti infortuni durante la sua lunga carriera

by Simone Brugnoli
SHARE
Davydenko: "Rafael Nadal è andato all-in al Roland Garros"

Rafael Nadal ha dovuto fare i conti con tanti infortuni durante la sua lunga carriera. Eppure, nessuno si sarebbe aspettato di vederlo ancora competitivo a 36 anni. Mai prima d’ora il fenomeno spagnolo si era aggiudicato i primi due Slam stagionali.

L’ex numero 1 del mondo ha fatto saltare il banco agli Australian Open, togliendosi lo sfizio di rimontare due set di svantaggio a Daniil Medvedev in finale. Il dolore al piede ha minato il suo percorso di avvicinamento al Roland Garros, con le premature uscite di scena a Madrid e Roma, ma l’iberico non si è mai arreso.

Grazie ad una serie di infiltrazioni e all’aiuto del dottor Cotorro, il veterano di Manacor ha sollevato il suo 14° trofeo all’ombra della Torre Eiffel. Rafa si è così issato a quota 22 Major, allungando ulteriormente su Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time.

Il maiorchino si sta allenando duramente per arrivare pronto a Wimbledon, dove non vince dal lontano 2010. Nel corso di una lunga intervista a ‘CLAY’, Nikolay Davydenko ha commentato la straordinaria prima parte di stagione di Nadal.

Il punto di vista di Davydenko

“Di solito, Rafael Nadal è più vulnerabile nei primi turni degli Slam. Lo spagnolo ha bisogno di qualche partita di rodaggio per arrivare al top della forma. È incredibile ciò che è riuscito a fare quest’anno.

Ha messo a rischio la sua salute con tutte quelle infiltrazioni al piede, ma non ha violato le regole. Forse credeva davvero che potesse essere il suo ultimo Roland Garros, quindi è andato all-in senza badare troppo alle conseguenze” – ha affermato Davydenko.

Il russo vanta un ottimo bilancio nelle sfide contro Rafa: “L’ho battuto tutte le volte che ci siamo affrontati sul cemento, mentre sulla terra ha sempre vinto lui. Ci sono molte partite contro di lui che ricordo con piacere”.

Nikolay ha parlato anche di Roger Federer: “È sempre stato l’avversario più difficile da affrontare per me. Non riuscivo ad avere il controllo del gioco contro di lui ed era sempre migliore di me nelle fasi clou del match. Non è un segreto che soffrissi mentalmente contro di lui”.

Rafael Nadal Roland Garros
SHARE