"Non voglio continuare così": Rafael Nadal rivela i prossimi interventi al piede

Lo spagnolo proverà a trovare una soluzione migliore per ridurre il dolore e affrontare al meglio i tornei a seguire

by Luca Ferrante
SHARE
"Non voglio continuare così": Rafael Nadal rivela i prossimi interventi al piede

Il dolore al piede è stato il principale rivale di Rafael Nadal nell'ultimo periodo, anche nel corso del Roland Garros. Dopo la vittoria del titolo, lo spagnolo ha annunciato di essere disposto a compiere un passo successivo per 'risolvere' il problema, che lo ha costretto a giocare non al top durante tutto il torneo.

Le prossime mosse

Sul tema, l'iberico ha ammesso: "Niente è cambiato. Come ho già detto, è ovvio che non posso e non voglio continuare a giocare con le attuali circostanze. Proseguirò a lavorare cercando di trovare una soluzione e un miglioramento con ciò che sta accadendo al piede.

L'unica cosa che potevo fare per avere una possibilità di vincere qui era anestetizzarlo. È stato eseguito un blocco a distanza con iniezioni di anestetico sui nervi sensitivi del piede. È un grosso rischio di fronte a torsioni alla caviglia o qualsiasi altra cosa" ha chiarito davanti ai media il campione vincitore di 22 titoli Slam.

Poi ha aggiunto, rivelando: "Il Roland Garros è il Roland Garros e tutti sanno cosa significa per me. Ho dovuto prendere molti antinfiammatori. Prima di ogni partita dovevo fare infiltrazioni un paio di volte, volevo provare qui questo metodo.

Non potrei essere più felice o non posso ringraziare abbastanza il mio dottore per avermi aiutato durante la mia carriera, ma non posso continuare a correre col piede intorpidito. Sappiamo che possiamo provare a fare un trattamento per anestetizzare quei due nervi in modo permanente: è quello che proveremo a effettuare la prossima settimana.

Consisterà in iniezioni con radiofrequenza pulsatile per bruciare il nervo e creare l'impatto che ho ora, ma a lungo termine. L'obiettivo è quello di ridurre il dolore" . Rafa è fiducioso per il futuro: "Se funziona, continuerò a giocare.

Se non funziona, è un'altra storia. Mi chiederò se sono disposto a fare un passo in più senza avere alcuna garanzia che andrà bene, operazione che non mi garantisce di essere di nuovo competitivo.

Dovrò chiedermi se ne vale la pena. È una decisione di vita che non sono pronto a prendere in questo momento. Andremo passo dopo passo, come ho fatto per tutta la mia carriera. Spero che col trattamento il dolore che ho scompaia.

Guardo al futuro con ottimismo. Confido che le cose che verranno fatte funzioneranno. Sono in un bellissimo momento della mia carriera" ha concluso.

Rafael Nadal
SHARE