Van de Zandschulp è felicissimo di aver incontrato Rafael Nadal

Nadal si è presentato al Roland Garros con una miriade di dubbi

by Simone Brugnoli
SHARE
Van de Zandschulp è felicissimo di aver incontrato Rafael Nadal

Rafael Nadal si è presentato al Roland Garros con una miriade di dubbi. Una frattura da stress ad una costola lo ha obbligato a saltare i primi appuntamenti sul rosso (Montecarlo e Barcellona) e il dolore al piede è tornato a farsi sentire durante gli Internazionali BNL d’Italia.

Il fuoriclasse spagnolo non è andato oltre i quarti a Madrid e gli ottavi a Roma, palesando un notevole ritardo di condizione. Il 21 volte campione Slam non ha lasciato per strada nemmeno un set nei primi tre round del French Open, ma per sua stessa ammissione non è ancora al top della forma.

Il 35enne di Manacor dovrà innalzare ulteriormente il suo livello se vorrà conquistare il suo 14° titolo all’ombra della Torre Eiffel. L’ex numero 1 del mondo è capitato nella parte alta del tabellone, la stessa di Novak Djokovic e Carlos Alcaraz.

Nel corso di un’intervista per il sito dell’ATP, Botic van de Zandschulp – sconfitto in tre set da Rafa a Parigi – ha rivelato di essere stato un fan dell’iberico in gioventù.

Rafa Nadal è ancora il re della terra

“Da ragazzo ero un fan di Rafael Nadal, anche se non frequentavamo esattamente gli stessi tornei” – ha esordito il numero 29 del mondo.

“Prima di affrontare Rafa qui a Parigi, non avevo mai incontrato nessuno dei miei idoli d’infanzia. Ho ammirato tantissimo Andre Agassi e Andy Roddick, ma non ho mai avuto l’opportunità di conoscerli.

Spero di riuscirci un giorno” – ha aggiunto van de Zandschulp. Ai microfoni di ‘Europa Press’, Alex Corretja ha analizzato lo stato di forma di Nadal: “Se non ha dolore, può giocarsi le sue chance in questo torneo.

Ha disputato molte meno partite sul rosso rispetto al solito, ma l’esperienza è tutta dalla sua parte. Ha utilizzato la prima settimana per recuperare ritmo e fiducia. Stiamo parlando di una leggenda che ha vinto 13 volte il French Open, nessuno conosce questi campi meglio di lui.

La sua esperienza e il suo tennis gli bastano per vincere ancora, purché non senta troppo dolore al piede”.

Rafael Nadal Roland Garros
SHARE