Novak Djokovic o Rafael Nadal? Tim Henman dice la sua sul favorito al Roland Garros



by LUCA FERRANTE

Novak Djokovic o Rafael Nadal? Tim Henman dice la sua sul favorito al Roland Garros

Tanta incertezza. Sono diversi i nomi dei favoriti alla vittoria finale dell'edizione 2022 del Roland Garros sul tavolo: fra gli indiscutibili Novak Djokovic e Rafael Nadal (seppur meno quotato per le condizioni fiische che sembrerebbero non ottimali), spuntano ovviamente Alexander Zverev, il fenomeno Carlos Alcaraz e Stefanos Tsitsipas.

La lotta è aperta, così come il torneo, e le partite al meglio dei cinque set potrebbero nascondere delle insidie e delle sorprese inaspettate. La prima, per esempio, è già successa nel circuito femminile con l'eliminazione al debutto della tunisina Ons Jabeur.

Tim Henman, ex tennista inglese, ha svelato ai microfoni di Eurosport su chi punta come vincitore, analizzando diversi aspetti di alcuni giocatori. Per lui il favorito numero uno è il vincitore di 21 titoli del Grande Slam Rafael Nadal, specialmente se l'infortunio al piede non dovesse creargli tanto fastidio.

Le dichiarazioni su Carlos

Il britannico si è poi concentrato a parlare del momento del 19enne iberico, che ha confermato a tutti il suo immenso talento: "Ha una fiducia incredibile. Sarà un torneo molto interessante.

Credo davvero che Alcaraz possa vincere il Roland Garros . L'ho visto giocare a Miami, competizione che ovviamente era sul cemento, ma il suo movimento, la sua velocità, il suo equilibrio, la potenza che genera con i suoi colpi da fondocampo sono incredibili.

Il suo atteggiamento è incredibile. Vincendo a Barcellona e a Madrid, è entrato come uno dei favoriti (anche nella mia mente)" ha commentato. Poi ha aggiunto: "Mi sono soffermato sui movimenti, sulla velocità, sull'equilibrio e sulla flessibilità, ma mentalmente è probabilmente l'aspetto più impressionante, perché è ancora così giovane.

Tecnicamente è molto solido. Il dritto e il rovescio sono molto aggressivi. Il servizio migliora continuamente, ma sono impressionato dal fatto che sia ancora molto inesperto e stia comunque giocando negli stadi più grandi contro i migliori giocatori del mondo.

È in grado di gestire tutte quelle situazioni. Ovviamente è guidato da Juan Carlos Ferrero e questo si riflette in modo eccezionale sotto tutti gli aspetti" ha concluso.

Novak Djokovic Rafael Nadal Roland Garros