Alexander Zverev spiega la chiave del successo di Rafael Nadal al Roland Garros



by   |  LETTURE 4120

Alexander Zverev spiega la chiave del successo di Rafael Nadal al Roland Garros

Ad Alexander Zverev manca un solo step nella sua carriera, ossia la vittoria di un titolo del Grande Slam. Il tennista tedesco ha vinto tutto: numerosi ATP 250 e 500, diversi Masters 1000 (su diverse superfici), due volte trionfatore alle ATP Finals e medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo; l’unico titolo a non aver ancora ottenuto è lo Slam.

Una finale conquistata, nel 2020, agli US Open, ma si è dovuto arrendere al rivale e amico Dominic Thiem. Il numero tre del mondo, però, può cambiare le sue sorti al Roland Garros, considerando anche gli ottimi risultati ottenuti nei precedenti tornei su terra rossa.

“Si tratta di una stagione consistente sulla terra battuta. Ho fatto almeno la semifinale di ogni Master che ho giocato e la finale a Madrid”, ha dichiarato il numero uno tedesco. “Ho migliorato il mio livello di gioco con ogni torneo del tour sulla terra battuta; quindi spero di poter giocare il mio miglior tennis qui.

Ovviamente sono un po' deluso di non aver vinto un titolo sulla terra battuta quest'anno, ma siamo qui nella settimana più importante della stagione sulla terra battuta e se vinco il titolo qui sarò più felice"

I favoriti di Alexander Zverev

La determinazione di ottenere la vittoria di Alexander Zverev si scontra con una difficile situazione di tabellone: il tedesco si ritrova dalla parte di Rafael Nadal, Novak Djokovic e Carlos Alcaraz.

“La prima metà del tabellone è piuttosto affollata. Probabilmente il campione del Roland Garros uscirà dalla prima metà”: queste le parole del numero tre del mondo, che ha parlato anche dei suoi favoriti per la vittoria finale.

“È divertente perché mio padre, Sergi [Bruguera] ed io abbiamo guardato Rafa allenarsi e all'improvviso il suo dritto è 30 chilometri all'ora più veloce. Si muove più leggero in piedi.

C'è qualcosa in questo campo che lo fa giocare il 30% meglio, solo per essere qui”, ha detto sul Re di Parigi. Non solo Nadal, ma anche un altro campione del Roland Garros è nella lotta: “Penso che Novak stia ritrovando la sua forma.

Ha giocato sempre meglio ogni settimana sulla terra battuta. Ha giocato benissimo alla Roma. Sono ancora i favoriti numero 1 e 2 secondo me”. Il Roland Garros è anche la prova del nove per quelli che facevano parte della Next Gen, che non hanno ancora trionfato in un Grande Slam, fatta eccezione per Medvedev.

Una situazione non facile, considerando che ci sono tennisti ancora più giovani che scalpitano. “Sarà interessante per nuove promesse come Alcaraz. Ero nella stessa posizione qualche anno fa, anche Tsitsipas.

Medvedev ha iniziato a giocare meglio in età avanzata, quindi forse è stato più facile per lui perché era più maturo. Sarà interessante vedere come se la caverà", ha dichiarato il tedesco. Alexander Zverev esordirà domenica 22 maggio contro Sebastian Ofner.