Piros elogia il gioco di Rafael Nadal e Stefanos Tsitsipas



by   |  LETTURE 2865

Piros elogia il gioco di Rafael Nadal e Stefanos Tsitsipas

Una promessa mancata, un talento mai sbocciato. Basterebbe raccontare di una finale ad Antalya del 2020 vinta contro un certo Carlos Alcaraz per rendere l’idea delle qualità di Zsombor Piros, tennista ungherese classe 1999 capace di imporsi tanto a livello giovanile (vincitore degli Australian Open 2017 a livello juniores) ma che non è mai riuscito ad imporsi nel circuito ATP.

Il tennista ungherese, da quasi quattro anni nel circuito, ha raggiunto il suo miglior ranking qualche settimana fa, occupando la 189esima posizione. Piros ha provato senza successo a qualificarsi al tabellone principale del Roland Garros, arrendendosi all’ultimo turno di qualificazione al portoghese Nuno Borges.

Il giovane ungherese aveva espresso nelle ultime settimane di avere un sogno che però, almeno per il momento, non potrà realizzare.

Piros: “Giocare contro di loro sarebbe un sogno”

Piros aveva dichiarato di voler affrontare due tennisti nello specifico.

“Ci sono de tennisti contro i quali vorrei giocare. So di non avere molte possibilità, ma sarebbe una grande esperienza giocare con Rafa (Nadal), che è l'obiettivo di tutti, e anche contro (Stefanos) Tsitsipas” aveva rivelato il tennista ungherese prima di perdere contro Nuno Borges col punteggio di 6-3 2-6 1-6.

Il classe ’99 aveva inoltre rivelato il proprio sogno per lo slam parigino. “Mi piace molto il loro gioco e mi piace giocare contro i ragazzi con il rovescio a una mano. Voglio solo sapere cosa si prova ad affrontare giocatori di questo tipo.

Giocare sul Court Philippe-Chatrier contro di loro sarebbe un sogno” ha detto Piros. Proprio Rafael Nadal e Stefanos Tsitsipas saranno due degli indiziati principali per la vittoria finale a Parigi. Anche l’allenatore Patrick Mouratoglou ha nominato il tennista maiorchino come favorito al Roland garros.

“Naturalmente, il favorito è Rafael Nadal. È conosciuto come il Re della terra battuta e vincere il Roland Garros di quest'anno significherebbe avere due titoli di vantaggio su Roger e Novak nella corsa al GOAT.

Ma non ha avuto grandi risultati sulla terra battuta in preparazione al torneo francese e non è sembrato in ottima forma fisica contro Shapovalov a Roma” ha dichiarato Mouratoglou.