Rublev sul raffronto Nadal-Alcaraz: “Due generazioni diverse sono imparagonabili”

Il numero 7 del mondo respinge l’idea di trovare somiglianze tra i due fenomeni spagnoli

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Rublev sul raffronto Nadal-Alcaraz: “Due generazioni diverse sono imparagonabili”

Con l’ascesa verso le vette del tennis mondiale di Carlos Alcaraz, i raffronti e i parallelismi col fuoriclasse spagnolo Rafael Nadal si sprecano. C’è chi tra i due vi ritrova delle somiglianze in termini di potenza, velocità di esecuzione dei colpi e di spirito battagliero e chi, al contrario, non ritiene corretto paragonarli, reputandolo addirittura dannoso per la giovane stella guidata da Juan Carlos Ferrero.

Tra coloro che si astengono da ogni confronto c’è il numero 7 del ranking ATP Andrey Rublev, che in una intervista a Match Tv ha dichiarato: “Da un lato, è sbagliato fare paragoni, perché tutti i tennisti sono diversi fisicamente, tecnicamente, mentalmente, esteriormente.

D'altro canto, però, nello sport i paragoni ci saranno sempre, e non c'è modo di farne a meno. Non mi piace fare paragoni. Posso solo sottolineare che Nadal e Alcaraz sono entrambi spagnoli e giocano entrambi con racchette Babolat” .

Rublev sul confronto generazionale Nadal-Alcaraz

Alla base del pensiero appartenente ad Andrey Rublev c’è, essenzialmente, il fatto che giocatori provenienti da due generazioni differenti non possano essere comparati in alcun modo.

Questo è, secondo il russo, il motivo per il quale non ha alcun senso provare a paragonare i due fenomeni spagnoli Rafael Nadal e Carlos Alcaraz. “Il loro stile di gioco è ancora diverso” , ha spiegato Rublev.

“Il fatto che [Alcaraz] sia giovane e già nella top-10, come lo era Nadal, non significa che siano simili. C'è stata un'altra epoca in cui Nadal lo ha fatto. Le generazioni non possono essere paragonate. Se avessero avuto la stessa età e avessero sempre camminato insieme, ma uno avesse fatto centro e l'altro fosse rimasto indietro, allora si sarebbe potuto fare un paragone e rispondere sul perché fosse successo.

Ma persone di generazioni diverse, con stili di gioco diversi, non possono essere paragonate” , ha concluso Andrey Rublev, autore di un inizio di 2022 più che positivo con la conquista di tre titoli: Serbia Open e Marsiglia per la categoria ATP 250 e l’ATP 500 di Dubai.

👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI

Alcaraz
SHARE