Paula Badosa confessa gli effetti dei continui paragoni con Rafael Nadal



by   |  LETTURE 3619

Paula Badosa confessa gli effetti dei continui paragoni con Rafael Nadal

Il tennis, maschile e femminile, parla ancora la lingua spagnola: che sia il ranking ATP o che sia la classifica della WTA, nella Top Ten è sicuro trovare uno o una spagnola. In questo momento, sono due le iberiche presenti nelle migliori dieci al mondo: la numero quattro del mondo, Paula Badosa, e la numero dieci del mondo, Garbine Muguruza.

Nel circuito maschile, sono sempre due gli spagnoli presenti: è numero sei del mondo l’astro nascente, Carlos Alcaraz; il numero uno spagnolo rimane, però, Rafael Nadal, attuale numero quattro del mondo.

Nessuno nel tennis spagnolo (e non solo) ha vinto come Rafa. Il Re della terra rossa è l’unico tennista ad aver conquistato ventuno titoli del Grande Slam, di cui tredici titoli del Roland Garros. Se l’ex numero uno del mondo è stato d’ispirazione per i suoi connazionali, l’altra faccia della medaglia racconta delle pressioni che hanno dovuto subire negli anni.

"I confronti con lui hanno fatto molti danni ed è impossibile escludere la sua eredità", ha detto Paula Badosa in una conferenza stampa, come riportato da Sportskeeda.

I continui paragoni con Nadal

"Stiamo parlando del miglior atleta della storia, non solo in Spagna”, ha proseguito la tennista spagnola.

“Uno del genere succede una volta ogni mille anni. Dobbiamo stare con quello siamo stati fortunati ma ripetere quello di Rafa è impossibile, anche se spero di sbagliarmi. " Un’ispirazione a volte, una condanna altre volte: questo il messaggio che ha voluto mandare Paula Badosa a Nadal, sottolineando come altri risultati dei connazionali non siano all’altezza del campionissimo spagnolo.

"Fare qualche quarto in un Grande Slam o vincere a Indian Wells è poco nel Paese in cui ci troviamo, ci ha viziati. La cosa positiva è che è servito da ispirazione, quando sono in un brutto momento penso sempre a cosa farebbe.

Ma a livello professionale non va bene passare tutto il giorno a confrontarci con lui", ha concluso la numero quattro del mondo.