Denis Shapovalov analizza il grande successo contro Rafa Nadal



by   |  LETTURE 2698

Denis Shapovalov analizza il grande successo contro Rafa Nadal

Vittoria prestigiosa quella di Denis Shapovalov nella notte del Foro. Il tennista canadese, in un Centrale gremito per l’occasione, ha battuto per la seconda volta in carriera, 5 anni dopo la prima e ultima volta, un acciaccato Rafael Nadal col punteggio di 1-6 7-5 6-2, e si qualifica per i quarti di finale, dove ad attenderlo ci sarà Casper Ruud.

In conferenza stampa il tennista canadese ha espresso la propria soddisfazione, augurando anche una buona guarigione al campione spagnolo.

Shapovalov: “La sconfitta dell’anno scorso mi ha fatto molto male”

Shapovalov ha analizzato la sua partita contro lo spagnolo.

“Soprattutto nel primo set, e all'inizio del secondo,mi stava dominando, giocando un tennis super solido. Onestamente, non ho cambiato molto. Ho solo cercato di resistere. Mi sono liberato dopo aver vinto il game di servizio, elevando un po' il mio gioco.

Lui ha commesso un paio di errori. Mi ha aiutato a rientrare nella partita” ha commentato il tennista canadese. Per il numero 16 della classifica ATP, il segreto per migliorare è la testa. “Sicuramente penso che la lotta sia una parte importante di questo gioco, per ribaltare gli incontri, proprio come oggi.

Sto lavorando sul piano mentale, cercando di rimanere più calmo. Ovviamente non sono ancora perfetto. Ho ancora molta strada da fare. È un aspetto su cui voglio lavorare e migliorare, diventare un modello per gli altri giocatori e per i ragazzi.

Cerco di migliorare giorno dopo giorno” ha detto Shapovalov. Il canadese ha poi auspicato che il problema fisico del tennista maiorchino sia meno grave del previsto. “È stata dura vederlo col dolore alla fine.

Non vorrei mai vederlo, soprattutto con una grande leggenda come Rafa. Spero che stia bene. Porta così tanto al nostro sport. Ovviamente ha giocato un sacco di partite quest'anno. Ha vinto così tanto che credo sia stato quasi difficile per lui smettere di giocare e prendersi una pausa.

Sembra che il suo corpo abbia subito qualche strappo. Speriamo che non sia nulla di troppo grave e che sia pronto a giocare a Parigi” ha detto Shapovalov. Il 23enne canadese ha poi ricordato la bruciante sconfitta dell’anno scorso, sempre a Roma, quando perse contro il 21 volte campione slam sprecando due match point.

“È sicuramente incredibile batterlo. Avere perso sprecando match point contro di lui l'anno scorso è stata una sensazione spiacevole. Tornando qui quest'anno, mi sono ricordato di quella partita. Quella volta mi ha fatto davvero male.

Ma si acquisisce esperienza ogni volta che si gioca contro questi giocatori. Sono felice di aver vinto questa volta, cinque anni dalla prima volta che ho giocato contro di lui e l'ho battuto. È sicuramente fantastico che sia riuscito a farlo di nuovo, soprattutto sulla terra battuta”.

Infine Shapovalov ha risposto alla domanda su quale tra le due vittorie contro Nadal fosse più importante. “Penso che entrambe le partite siano molto soddisfacenti. È molto difficile da battere. La prima vittoria sarà sempre molto speciale.

È stata una specie di presentazione nel tour. È stato super speciale il modo in cui è successo nel tie-break del terzo set, quando ero sotto 3-0 e ho rimontato. Naturalmente, anche oggi è una grande vittoria” ha concluso il tennista canadese.