Justine Henin ipotizza quali sono gli obiettivi di Rafael Nadal per il Roland Garros

L'ex tennista belga parla di vendetta di Nadal, mentre Llodra ha dei dubbi sul Mutua Madrid Open

by LA REDAZIONE
SHARE
Justine Henin ipotizza quali sono gli obiettivi di Rafael Nadal per il Roland Garros

Il Masters 1000 di Madrid segna il ritorno di Rafael Nadal dopo l’infortunio subito ad Indian Wells. Con la frattura da stress alle costole subita nella semifinale del torneo statunitense, lo spagnolo ha deciso di fermarsi, saltando così l’inizio della stagione europea su terra rossa.

Il Mutua Madrid Open rappresenta, quindi, il debutto stagionale sulla superficie tanto amata dal campione spagnolo, che ha un grande obiettivo: il Roland Garros. Ai microfoni di France Televisions, tre esperti di tennis, Justine Henin, Patrick Mouratoglou e Michael Llodra, hanno espresso le loro opinioni su quali saranno le ambizioni del vincitore di ventuno titoli del Grande Slam all’Open di Francia.

L’ex tennista belga ha sottolineato che il percorso di Rafa Nadal dipenderà da un grande obiettivo: vendicare la semifinale della scorsa edizione del Roland Garros, persa contro Novak Djokovic. "La domanda è: può vincere ancora almeno una volta il Roland-Garros? Se fisicamente è in grado di prepararsi a dovere, penso che la voglia di rivincita rispetto alla sconfitta in semifinale dello scorso anno sarà enorme", ha detto l’ex numero uno del mondo.

Anche per il tre volte vincitore del Grande Slam di doppio, Michael Llodra, l’obiettivo è l’Open di Francia e non Madrid, per via delle diverse condizioni delle due superfici. "Madrid è casa sua, anche se non è il torneo dove dà il meglio di sé.

A Madrid il campo è molto compatto e dipende dalle condizioni di gioco. Spesso a Rafa piace avere un po' più di spazio, per questo è così a suo agio al Roland-Garros”, ha dichiarato il francese.

Mouratoglou: "Il Roland Garros di Nadal sarà un'incognita"

Ha un’opinione diversa Patrick Mouratoglou. L’allenatore di Simona Halep non ripone molte speranze in Rafael Nadal, considerando il numero basso di match che giocherebbe prima del secondo Slam della stagione.

"Rafael Nadal non ha giocato molte partite, ed è estremamente raro che arrivi al Roland con così poche partite. Quindi, per il Roland-Garros, c'è un’incognita per lui. Nonostante il suo incredibile inizio di stagione, è un giocatore che ha sempre avuto bisogno di giocare molto, non arriverà in vetta", ha dichiarato l’istruttore francese.

Rafael Nadal Roland Garros
SHARE