Carlos Alcaraz e il paragone con Rafael Nadal: "Penso solo al mio tennis"

Il giovane talento spagnolo si è soffermato sui continui paragoni con Nadal in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera

by Antonio Frappola
SHARE
Carlos Alcaraz e il paragone con Rafael Nadal: "Penso solo al mio tennis"

Rafael Nadal e Carlos Alcaraz sono stati i due principiali protagonisti di questo entusiasmante inizio di stagione. Il fenomeno di Manacor è tornato in campo dopo il problema al piede sinistro e ha conquistato i tornei di Melbourne e Acapulco e, sopratutto, l'Australian Open.

Il successo ottenuto nel primo Slam dell’anno gli ha permesso di portarsi a quota 21 Major e superare Roger Federer e Novak Djokovic in questa speciale classifica. La frattura da stress alle costole ha poi impedito a Nadal di competere al massimo delle sue capacità a Indian Wells.

Il maiorchino dovrebbe tornare in campo a Madrid per preparare l’assalto al ventiduesimo Slam a Parigi. Alcaraz, da parte sua, è diventato il più giovane tennista della storia a vincere un torneo ATP 500 a Rio de Janeiro e il terzo a sollevare al cielo il trofeo di un Masters 1000 a Miami.

Il 18enne di Murcia cresce partita dopo partita ed è ormai a soli 29 punti da quella top ten che già gli appartiene.

Alcaraz e il paragone con Nadal: "Cerco di non farmi distrarre"

Alcaraz è stato spesso paragonato a Rafael Nadal per la mentalità e l’atteggiamento mostrati in campo.

In Spagna è considerato a tutti gli effetti il degno erede di Nadal, ma questo sembra non condizionarlo. “Sui social, da un paio d’anni, è tutto un paragone. Io cerco di non farmi distrarre troppo: penso a me, al mio tennis, ai miei miglioramenti" , ha dichiarato Alcaraz in un'intervista esclusiva rilasciata al Corriere della Sera.

"Lo riconosco, come non nego che i consigli e i complimenti di Rafa fanno sempre piacere. Ma io sono di Murcia, lui di Maiorca, lui è mancino e io no, io da bambino ero tutto tranne che un guerriero: ero mingherlino, piccoletto, poco potente.

L’opposto di Nadal…?" . Juan Carlos Ferrero, storico allenatore di Alcaraz, aveva già espresso la sua opinione sui continui paragoni tra il suo allievo e Nadal al programma sportivo “El Larguero” .

"È molto bello essere paragonato a Rafa. Mi piace l'idea che gli spagnoli pensino a Carlos come la nuova speranza. Siamo contenti dei paragoni, ma di Rafa ce n'è solo uno; così come di Carlos. In questo momento Rafa ha scritto la storia; mentre Carlos sta iniziando ora" .

Carlos Alcaraz Rafael Nadal
SHARE