Ruud: "Rafael Nadal è super competitivo anche quando gioca a golf"



by SIMONE BRUGNOLI

Ruud: "Rafael Nadal è super competitivo anche quando gioca a golf"

Benché venisse considerato soltanto un terraiolo all’inizio della sua carriera, Casper Ruud ha lavorato duramente per diventare competitivo anche sul cemento. Ispirandosi a due autentici fuoriclasse come Rafael Nadal e Dominic Thiem, il norvegese ha adattato le sue armi alle superfici rapide e i suoi sforzi sono stati ripagati.

Il 23enne di Oslo ha raggiunto la sua prima finale ‘1000’ in quel di Miami, dopo aver liquidato la rivelazione Francisco Cerundolo grazie allo score di 6-4 6-1. A separarlo dal titolo più importante della sua carriera c’è soltanto Carlos Alcaraz, che sta esprimendo un tennis sensazionale.

Il giovanissimo spagnolo ha estromesso il campione uscente Hubert Hurkacz e non ha intenzione di fermarsi qui. Ruud e Alcaraz si sono affrontati l’anno scorso nei quarti di finale dell’Andalucia Open, con l’iberico vittorioso in due rapidi set.

In conferenza stampa, Ruud si è concesso anche qualche divagazione sul golf. Una passione che condivide con Nadal. Il numero 8 del mondo ha confidato di aver giocato a golf con Rafa a Maiorca e di essere uscito sconfitto.

Ruud e la sua passione per il golf

“Ho giocato a golf con Rafael Nadal a Maiorca e mi ha battuto. Devo ammettere che è un ottimo giocatore. La sua straordinaria capacità di concentrazione emerge anche nel golf, non si può scherzare con lui.

Prende la competizione molto seriamente” – ha raccontato Casper. Ruud ha parlato anche di Carlos Alcaraz: “È evidente a tutti che sia un giocatore incredibilmente talentuoso. Stiamo parlando di un predestinato.

Capisce perfettamente il gioco, sa interpretare bene i momenti della partita e commette pochi errori in relazione ai rischi che si prende. Mi auguro di riuscire a contrastarlo meglio di quanto non abbia fatto l’ultima volta”.

Il pupillo di Juan Carlos Ferrero sta vivendo una settimana meravigliosa in Florida, impreziosita dal sostegno del pubblico. “Mi piace stare a contatto con i tifosi. Ho chiesto tanti autografi quando ero più piccolo, quindi ora devo essere disponibile come atleta. Mi sembra incredibile che la gente voglia un mio autografo, stento ancora a crederci” – ha ammesso.

Rafael Nadal