Infortunio Rafael Nadal: Angel Ruiz Cotorro svela i tempi di recupero



by SIMONE BRUGNOLI

Infortunio Rafael Nadal: Angel Ruiz Cotorro svela i tempi di recupero

Lo sforzo per raggiungere la finale del Masters 1000 di Indian Wells è costato caro a Rafael Nadal. Durante la semifinale contro Carlos Alcaraz, durata oltre tre ore, il fenomeno spagnolo si è procurato una frattura da stress nel terzo arco costale sinistro, che lo costringerà a restare fuori per 4-6 settimane.

“Questa non è una buona notizia e non me lo aspettavo. Sono triste e affranto perché mi sono divertito moltissimo in questo inizio di stagione. Mi approcciavo ai tornei sul rosso con ottime sensazioni e buoni risultati.

Ma dai, ho sempre mantenuto quello spirito di lotta, e quello che farò è essere paziente e lavorare sodo dopo la mia guarigione. Voglio ringraziare tutti per il supporto” – ha scritto l’ex numero 1 del mondo sui social.

Per la prima volta in carriera, Rafa non inizierà la sua ‘campagna’ sulla terra a Montecarlo. Con ogni probabilità, il 21 volte campione Slam dovrà rinunciare anche al prestigioso ATP di Barcellona (in programma dal 16 al 24 aprile).

Il suo rientro potrebbe avvenire a Madrid o direttamente agli Internazionali d’Italia. Intervistato dalla ‘Radio Nacional Espanola’, il suo medico personale Angel Ruiz Cotorro ha fornito qualche dettaglio in più sull’infortunio di Rafa.

Le parole di Angel Ruiz Cotorro

“Fratture come quella di Rafael Nadal hanno tempi di guarigione standard, lo sanno tutti. Non resta che attendere e modellare il recupero a seconda del dolore. In questo momento, la cosa più importante per Rafa è riposare e aspettare che il dolore sparisca.

Una volta che si sentirà bene, inizieremo a lavorare con maggiore intensità. In base all’evoluzione dell’infortunio, capiremo meglio quando potrà tornare a competere. 4-6 settimane dovrebbero essere sufficienti” – ha spiegato Cotorro.

Il 35enne di Manacor si è aggiudicato le prime 20 partite disputate quest’anno, facendo meglio di Roger Federer e Pete Sampras in questa particolare statistica. La sua striscia di imbattibilità si è interrotta nella finale di Indian Wells contro Taylor Fritz, anche per via del già citato problema fisico. L’iberico ha dimostrato ancora una volta di essere uno straordinario esempio di abnegazione.

Rafael Nadal Indian Wells