Krajicek: "Davo pochissime chance a Rafael Nadal di battere Medvedev agli AO"



by SIMONE BRUGNOLI

Krajicek: "Davo pochissime chance a Rafael Nadal di battere Medvedev agli AO"

L’inizio di stagione di Rafael Nadal ha lasciato tutti quanti a bocca aperta. Il fuoriclasse spagnolo, reduce da un lungo stop per infortunio, si è aggiudicato gli Australian Open realizzando una cavalcata memorabile.

In un torneo che gli era spesso risultato ostile in passato, l’ex numero 1 del mondo ha trovato la sua redenzione sollevando il 21° Major della sua straordinaria carriera. Grazie alla vittoria ottenuta a Melbourne, il maiorchino ha scavalcato Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time degli Slam.

Rafa è inoltre diventato il quarto uomo nella storia ad aver conquistato tutti i Major almeno due volte (insieme a Djokovic, Rod Laver e Roy Emerson). Il 35enne di Manacor cercherà di arrivare a quota 22 già al Roland Garros, dove partirà con i favori del pronostico.

Nel frattempo, Nadal ha raggiunto gli ottavi a Indian Wells spendendo più energie del previsto. Dopo aver superato a fatica Sebastian Korda e Dan Evans, l’iberico se la vedrà ora con il gigante americano Reilly Opelka.

Durante una lunga intervista al portale ‘Tennis365’, l’ex campione di Wimbledon Richard Krajicek si è detto enormemente stupito dal rendimento di Rafa.

Lo stupore di Richard Krajicek

“Non bisogna dimenticare che Rafael Nadal non era nemmeno sicuro di poter continuare a giocare a tennis per via dell’infortunio al piede.

Nessuno poteva immaginare che avrebbe iniziato il 2022 in questa maniera” – ha dichiarato Krajicek. “Devo ammettere che – quando Daniil Medvedev ha battuto Felix Auger-Aliassime salvando un match point – ero quasi certo che il russo avrebbe vinto gli Australian Open.

Ritenevo che fosse l’unico in grado di battere Nadal. Alla vigilia della finale, non vedevo come questo Nadal potesse spuntarla in una sfida al meglio dei cinque set. Quando Rafa è andato sotto di due set, ero convinto che fosse finita.

La mia fede in Nadal è gigantesca di solito, ma ha sorpreso anche me stavolta. A quasi 36 anni, ha piegato Medvedev sia fisicamente che mentalmente. Non riuscivo a credere ai miei occhi. È stato uno dei più grandi momenti di sport che abbia mai visto” – ha aggiunto.

Rafael Nadal