Sebastian Korda: "Rafael Nadal sarà sempre il mio idolo"



by   |  LETTURE 6667

Sebastian Korda: "Rafael Nadal sarà sempre il mio idolo"

Rafael Nadal esce vincitore nel match d’esordio ad Indian Wells, ma non senza difficoltà. Lo spagnolo stava per capitolare contro il tennista statunitense Sebastian Korda, che nel terzo set si era portato avanti per 5-2.

La forza mentale di Nadal e qualche errore del numero 38 al mondo hanno, tuttavia, rovesciato la situazione, con la vittoria dello spagnolo al tiebreak del terzo set. In conferenza stampa, il giovane tennista nordamericano ha parlato delle sensazioni che questo match gli ha lasciato e della rimonta del suo avversario.

"Fa schifo, ma è quello che è” - ha dichiarato Korda - “Ho giocato davvero una buona partita, l'ho messo in una posizione difficile, ma lui ha avuto la meglio su di me. Fa quello che sa fare meglio e torna sempre e combatte.

Fa schifo, ma nel complesso sono molto felice". Il finalista delle ultime Next Gen ATP Finals ha voluto elogiare il carattere di Nadal, riservandogli paroe di stima. “Dal 5-2 ha iniziato a giocare in modo molto diverso.

Si è avvicinato alla linea di fondo. Potevo vedere che era un po' preoccupato, cambiando la sua tattica. Non ho giocato bene e lui ne ha approfittato. Sarà sempre il mio idolo. Spero di avere molte più occasioni contro di lui", ha dichiarato Korda.

Le certezze di Korda dopo il match

Sebbene uscito sconfitto dalla partita contro Nadal, Sebastain Korda ha accumulato comunque delle certezze dal suo secondo e ultimo match di Indian Wells. “Ho dimostrato a me stesso che posso giocare contro chiunque.

Ho un grande gioco. Ora devo solo mantenere lo slancio che ho costruito qui. Devo continuare a lavorare sodo e cercare di rompere quella barriera di battere i migliori giocatori. Non me ne vado con cattivi sentimenti. È il migliore al mondo in questo momento, uno dei migliori.

Essere così vicino a batterlo è molto positivo. Mi mostra che il mio gioco può fare male", ha dichiarato il tennista classe 2000, che si lancia anche in prospettive future. Come Nadal, anche Korda ha parlato della gestione delle emozioni sul campo di tennis.

Se per lo spagnolo, gli insegnamenti provengono da zio Toni, per lo statunitense è tutto merito della madre. "Penso di fare un buon lavoro nel 99% delle mie partite. Ogni tanto mi arrabbio un po', ma di solito sono abbastanza bravo a mantenere la calma.

È grazie a mia madre. Quando ho iniziato a giocare a tennis, lei ha insegnato di mettere su una faccia da poker e mi ha detto di mantenere sempre la calma e mostrare buone emozioni, mai negative, mai rompere la racchetta.

Penso di usarlo molto bene. Penso che i miei avversari non sappiano molto bene cosa mi passa per la testa a in qualsiasi momento della festa”, ha concluso Sebastian Korda.