Marcos Giron: "Ecco cosa mi ha sorpreso di più di Rafael Nadal"

Nadal ha iniziato il 2022 aggiudicandosi le prime 15 partite disputate

by Simone Brugnoli
SHARE
Marcos Giron: "Ecco cosa mi ha sorpreso di più di Rafael Nadal"

Rafael Nadal ha iniziato il 2022 aggiudicandosi le prime 15 partite disputate. Il fenomeno spagnolo si è imposto a Melbourne, agli Australian Open e ad Acapulco, dimostrando ancora una volta di essere una leggenda assoluta dello sport.

L’ex numero 1 del mondo ha conquistato il suo 21° Major in carriera, scavalcando Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time. Il 35enne di Manacor sarà al via del Masters 1000 di Indian Wells la prossima settimana, un torneo che lo visto trionfare per ben tre volte (l’ultima vittoria risale però al lontano 2013).

Il maiorchino proverà ad arrivare a quota 22 Slam già al Roland Garros, in attesa di capire se Djokovic sarà presente o meno a Parigi. L’imminente abolizione del Green Pass in Francia dovrebbe consentirgli di giocare il secondo Major stagionale, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi.

Il serbo non ha potuto difendere il titolo agli Australian Open per la ben nota questione vaccinale, oltre ad aver subito un grave danno d’immagine. Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘ATP Tennis Radio’, Marcos Giron ha ricordato il suo match contro Nadal agli Australian Open 2022.

I due si sono affrontati al primo turno, con l’iberico vittorioso in tre rapidi set.

Giron elogia Rafa Nadal

“È stata una bella esperienza incontrare Rafael Nadal in uno Slam, lo avevo visto giocare una miriade di volte nel corso degli anni.

Sono rimasto veramente sorpreso dalla sua intelligenza tattica, prende sempre la decisione giusta, soprattutto nei momenti decisivi della partita” – ha analizzato Giron. “Ogni volta che gli si presenta un’occasione davanti agli occhi, riesce a sfruttarla.

Mi ha colpito anche la sua capacità di costruirsi i punti, invece di spaccare la palla come fanno tanti giocatori moderni. Non posso certo tralasciare le sue abilità difensive, che gli permettono di rovesciare l’inerzia dello scambio non appena giochi una palla un po’ più corta.

È stato semplicemente favoloso a Melbourne” – ha spiegato il numero 55 ATP. Nadal è diventato il quarto uomo nella storia ad aver vinto tutti gli Slam almeno due volte.

Marcos Giron Rafael Nadal
SHARE