Rafael Nadal scavalca Novak Djokovic in una speciale classifica. Ora è primo



by   |  LETTURE 3922

Rafael Nadal scavalca Novak Djokovic in una speciale classifica. Ora è primo

Rafael Nadal sta avendo un inizio di stagione che non gli era mai riuscito in carriera e l’ha fatto a pochi mesi da spegnere 36 candeline. 15 vittorie su 15 tra Melbourne Summer Set, Australian Open e Acapulco. Qualcosa di impensabile sino a qualche mese fa quando il maiorchino, come sua stessa ammissione in una delle conferenze stampa durante il primo slam stagionale, stava addirittura pensando al ritiro dopo l’ennesimo infortunio della carriera.

Il toro di Manacor si è però rialzato per l’ennesima volta e sta inanellando vittorie su vittorie ma soprattutto sciorinando prestazioni di grande spessore. Battere due volte Daniil Medvedev a distanza di poco tempo su cemento, anche se ti chiami Rafael Nadal, non è da poco.

Ma non è finita qua: se lo spagnolo dovesse vincere tre partite di fila agli Indian Wells, prossimo torneo che dovrebbe partecipare, supererebbe in un sol colpo i record stabiliti da Roger Federer e Pete Sampras rispettivamente nel 2018 e nel 1997 con 17 vittorie consecutive ad inizio anno nel circuito.

Impensabile invece raggiungere Novak Djokovic che, nel 2011, ne vinse 41 di fila.

Nadal supera Djokovic per percentuale di vittorie nel circuito

Lo spagnolo ha alzato per la quarta volta Acapulco e si è portato a quota 91 titoli complessivi riducendo a sole tre lunghezze la distanza che lo separa dal gradino più basso del podio occupato da Ivan Lendl.

Grazie al successo al torneo messicano, però, Nadal ha conquistato un primato molto particolare ma importante.

Il campione spagnolo, che dopo la finale vinta contro Norrie si è portato a casa la vittoria numero 1043 della carriera a fronte di sole 209 sconfitte, è primo per percentuale di vittorie nella storia del tennis all'83,31%.

Nadal è riuscito così a sorpassare Novak Djokovic che, complice anche la sconfitta nei quarti di Dubai contro Vesely, ha calato la sua media percentuale all'83,21% (991 a 200). Al terzo posto invece c’è Bjorn Borg all’82,36% (654-140).

Oltre alla lotta a chi vincerà più slam e più Masters 1000, tra le due leggende di questo sport ci sarà anche quest'altro record da conquistare e che probabilmente durerà fino alla fine delle loro carriere.