Carlos Alcaraz riscrive la storia: superato Rafael Nadal



by GIUSEPPE MIGLIACCIO

Carlos Alcaraz riscrive la storia: superato Rafael Nadal

Continua a brillare e in maniera sempre più lucente la stella di Carlos Alcaraz, fresco vincitore del Rio Open tenutosi nell’omonima città. Il talento spagnolo ha conquistato il secondo titolo della sua giovanissima carriera tra i professionisti – il primo di categoria 500 − superando l’argentino Diego Schwartzman col punteggio di 6-4 6-2.

Il tutto nella stessa giornata in cui, poche ore prima, si era aggiudicato la semifinale contro l’azzurro Fabio Fognini (nei quarti ha battuto anche l’altro italiano in gara Matteo Berrettini). Il successo in quel di Rio de Janeiro ha, inoltre, permesso al prodigioso allievo di Juan Carlos Ferrero di fare un bel balzo in avanti nel ranking ATP: da ieri, infatti, è entrato ufficialmente in Top-20.

La spedizione in terra brasiliana è stata particolarmente fruttuosa per Alcaraz, che con il suo trionfo ha infranto alcuni record fin qui detenuti dal suo connazionale Rafael Nadal.

Alcaraz fa meglio del suo idolo Nadal

“Non posso crederci, onestamente.

È stata una grande settimana per me, giocando ad un grande livello” , ha dichiarato Alcaraz al termine della sfida con Schwartzman. “Primo torneo sulla terra battuta da molto tempo, quindi sono davvero felice delle prestazioni durante tutta la settimana.

È una sensazione incredibile in questo momento” . Risultato, quello ottenuto a Rio, che va ben oltre il trionfo raggiunto sul campo. A 18 anni e 9 mesi, infatti, lo spagnolo è diventato il più giovane tennista a conquistare un ATP 500 da quando è stata introdotta la categoria nel 2009.

Con la nuova classifica ufficiale aggiornata al 21 febbraio, inoltre, è divenuto il più giovane ad entrare in Top-20 superando il suo idolo Rafael Nadal che deteneva il record da ben 17 anni. Con il successo di domenica, l’astro nascente murciano ha ottenuto anche la palma di più giovane giocatore in attività ad aver vinto più titoli ATP (Umag, Rio), altro traguardo raggiunto precedentemente da Nadal.

Il maiorchino, nel 2005, raggiunse la posizione numero 17 del ranking dopo aver centrato la finale a Miami nel primo confronto di sempre con Roger Federer nell’ultimo atto di un torneo. Nadal poi conquistò i suoi primi grandi titoli a Monte Carlo e Roma pochi mesi prima di compiere 19 anni, precisamente a 18 anni e 10 mesi, diventando così il più giovane giocatore dopo Michael Chang a vincere più titoli ATP.

Lo stesso Nadal, nel corso degli Australian Open, ha riconosciuto la forza di Carlos Alcaraz inserendolo tra i papabili alla vittoria finale e definendolo un giocatore con un “enorme potenziale” , un attestato di stima di grande valore da ricevere dal proprio beniamino.

Carlos Alcaraz Rafael Nadal