Ruud confessa: "È stato Rafael Nadal a farmi appassionare al tennis"



by SIMONE BRUGNOLI

Ruud confessa: "È stato Rafael Nadal a farmi appassionare al tennis"

Rafael Nadal si è reso protagonista di un inizio di stagione incredibile. L’ex numero 1 del mondo si è aggiudicato l’ATP 250 di Melbourne e soprattutto gli Australian Open, issandosi a quota 21 Slam.

Reduce da un infortunio al piede e presentatosi in Australia fra mille incertezze, il fuoriclasse spagnolo ha dato vita ad una cavalcata memorabile. Dopo essere sopravvissuto a due autentiche battaglie contro Denis Shapovalov e Matteo Berrettini, il maiorchino ha rimontato due set a Daniil Medvedev in finale.

Proprio quando il russo sembrava ad un passo dal traguardo, Rafa è riuscito a smontare le sue certezze e a rovesciare l’inerzia della sfida. Grazie a questo trionfo, il 35enne di Manacor è diventato il quarto uomo nella storia ad aver conquistato tutti i Major almeno due volte (insieme a Novak Djokovic, Rod Laver e Roy Emerson).

Il veterano iberico tornerà in azione ad Acapulco, per poi disputare i Masters 1000 di Indian Wells e Miami (Rafa ha confermato la sua presenza soltanto in California per il momento). In un’intervista a Tennis Channel, Casper Ruud ha rivelato di essere sempre stato un grande fan di Nadal.

Ruud incorona Rafa Nadal

“Il primo ricordo che ho del tennis è legato al primo successo di Rafael Nadal al Roland Garros nel 2005” – ha raccontato Ruud, fresco vincitore del torneo di Buenos Aires.

“Ho pensato che un giorno mi sarebbe piaciuto affrontare i migliori nei tornei più importanti del circuito. In un certo senso, è lì che si è generata la motivazione dentro di me” – ha aggiunto.

Pur essendo migliorato molto sul cemento, la terra rimane l’habitat naturale del norvegese: “Mi piace moltissimo giocare sulla terra battuta. Penso che il mio stile di gioco si adatti meglio a questa superficie, dato che la pallina rimbalza un po’ più in alto.

I miei colpi in topspin fanno più male sul rosso e i miei avversari li soffrono maggiormente. Sfortunatamente, non sono riuscito a brillare al Roland Garros 2021. La sconfitta contro Alejandro Davidovich Fokina è stata difficile da digerire, ma mi ha dato ulteriori stimoli. Spero che le cose andranno meglio quest'anno”.

Rafael Nadal