Carlos Moyà: "Rafael Nadal ha perso quattro chili ieri a causa della disidratazione"



by   |  LETTURE 15632

Carlos Moyà: "Rafael Nadal ha perso quattro chili ieri a causa della disidratazione"

Rafael Nadal ha c’entrato la sua settima semifinale in carriera agli Australian Open, dopo una maratona durata più di 4 ore contro Denis Shapovalov che si è trascinata fino al quinto set. Durante il match di ieri, lo spagnolo ha sofferto di un colpo di calore e un problema allo stomaco che ne stavano quasi del tutto compromesso una partita che stava controllando bene sin dall’inizio.

Il suo allenatore, Carlos Moyà, è stato intervistato da “El Partidazo de Cope” dove ha analizzato tutto ciò che è successo nei quarti di finale "Non me l'aspettavo, ma è avvenuto il miracolo.

Dalla fine del secondo set abbiamo visto che Rafa aveva avuto un crollo. Con il colpo di calore, era morto. Ora questo giorno in più che abbiamo, ci tornerà utile. Siamo fiduciosi che per le semifinali sarà al 100%”, ha esordito l’ex vincitore del Roland Garros a Juanma Castaño, direttore del programma.

A fine partita Nadal è stato controllato e si sono scoperte le conseguenze di questo colpo di calore:
"Aveva perso quattro chili. La disidratazione era molto evidente" -rivela l'allenatore, che invece ha glissato parzialmente sulla domanda inerente alla possibilità di vincere il 21° Grande Slam a Melbourne.

"All'interno della squadra, non ne parliamo. Sognare, certo che sogniamo. Speriamo che se ne parli, ma domenica. Da quando siamo qui, non ne abbiamo parlato”. Moya cavalca l’onda di quello che ha già dichiarato il toro di Manacor: "La pressione c'è, ma il modo migliore per affrontarla è non farne un affare di stato.

Nadal ha già detto che la sua felicità non dipende da questo. Al momento, siamo concentrati su venerdì. Stiamo lavorando molto duramente, giorno dopo giorno, in modo che non finisca la sua carriera a 20 Slam", aggiunge.

"Non immaginavamo di vederlo nelle semifinali degli Australian Open"

Carlos Moyà non si aspettava che lo spagnolo riuscisse a raggiugnere questo traguardo delle semifinali
"Due mesi fa dubitavamo di poterci arrivare qui.

Nemmeno nello scenario più ottimista potevamo immaginare Rafa nelle semifinali degli Australian Open. Non ce lo aspettavamo, ma... è Nadal. Ritorna sempre", ha dichiarato l’ex numero uno al mondo, che è fiducioso che il suo allievo metterà tutta la sua esperienza sul tavolo per riuscire nel torneo contro gli avversari che rimarranno"

Il coach spagnolo conclude la sua intervista ponendo Nadal come principale candidato per il titolo
“Tutti quelli rimasti nel sorteggio sono potenziali vincitori del Grande Slam. Ma ovviamente metto Rafa come favorito, anche se Medvedev sa già cosa vuol dire vincere uno Slam e potrebbe essere l'avversario più tosto. Metterei al primo posto Rafa e poi Medvedev”, ha terminato Charly.