Rafael Nadal parla delle proprie aspettative in questi Australian Open



by   |  LETTURE 3974

Rafael Nadal parla delle proprie aspettative in questi Australian Open

Rafael Nadal prosegue spedito la sua marcia in questi primi giorni di Australian Open. Dopo aver vinto al debutto contro Giron in tre set, il tennista maiorchino ha chiuso la pratica Yannick Hanfmann in altrettanti set sfoderando una buon prova e aumentando così la propria fiducia sul proprio tennis.

In conferenza stampa il campione spagnolo ha tracciato un primo bilancio dopo queste prime due partite “Il mio scafoide è diviso a metà, è un problema senza soluzione" -debutta Nadal- "È qualcosa che non passerà per il resto della mia vita ed è un altro aspetto che può farmi competere con più o meno garanzie.

E' ancora troppo presto per avere una conclusione chiara su questa stagione. Non credo che le condizioni per il resto della mia carriera saranno perfette. Dobbiamo affrontare il futuro con positivismo e garanzie sportive e non giocherò senza avere motivazioni.

La sofferenza varrà sempre la pena se ci sono le motivazioni, mentre la sofferenza senza motivazioni, né per godere, né per raggiungere gli obiettivi, perde il suo significato. Gioco perché mi rende felice e perché le sfide mi motivano”.

Il numero cinque del mondo è preparato per ogni evenienza sull’aspetto legato agli infortuni
“Se il dolore supererà tutto il resto, se toglie la tua illusione e la possibilità di raggiungere i tuoi obiettivi, allora è tempo di pensare ad altre cose.

In questo momento non sono di quella linea. Torno con grande entusiasmo, dopo molti mesi senza gare. Alla fine bisogna essere preparati ad ogni situazione, anche se cerco sempre di pensare che le cose andranno meglio” Sui cambiamenti delle palline in questi primi giorni di torneo, il toro di Manacor ha spiegato le differenze
“Da quando sono arrivato qui, la velocità delle palle è cambiata completamente.

Prima erano palle più vivaci, che richiedevano più rotazione. Ora le palle sono più vuote e più pesanti, cosa che favorisce, senza dubbio, chi ha un gioco piatto. Anche i miei risultati sono stati molto buoni con questa palla, ma penso che a livello di spettacolo si sia perso qualcosa.

Il tennis è più divertente quando ci sono più stili di gioco”.

"POSSO E DEVO FARE MEGLIO SE VOGLIO OTTENERE QUALCOSA"

Il tennista maiorichino ha concluso la sua conferenza stampa parlando delle proprie aspettative agli Australian Open, torneo che l’ha visto trionfatore solo in un’occasione nel 2009
“Posso fare tante altre cose in meglio e devo farle se voglio ottenere qualcosa qui.

Sono contento che sto gareggiando di nuovo, più o meno bene. Bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno. C'è sempre un'opportunità”.
Nel prossimo turno, il venti volte vincitore slam, affronterà il russo Khachanov match in cui il dovrà continuare a mostrare i progressi fatti fino ad ora per cercare di salire ancora di livello.