Il commento di Rafael Nadal sull'esclusione di Novak Djokovic dagli Australian Open



by   |  LETTURE 9698

Il commento di Rafael Nadal sull'esclusione di Novak Djokovic dagli Australian Open

Dopo diversi mesi di assenza nella notte è tornato in campo il campione spagnolo, ex numero uno al mondo Rafael Nadal. Il tennista maiorchino ha ricevuto l'affetto del pubblico dell'Atp 250 di Melbourne 2022 ed ha vinto all'esordio senza particolari problemi con il risultato di 6-2;7-5.

Una buona prestazione per Rafa che deve ritrovare pian piano la condizione, recentemente è stato fermato dal Covid ma ora è pronto per ripartire. Non solo prestazioni in campo visto che Rafa era molto atteso anche in conferenza stampa dove, non potevano mancare, le domande sul suo grande rivale ed uomo, suo malgrado, del momento Novak Djokovic.

Dopo ore di attesa all'aeroporto ed una situazione al limite dell'incredibile il Governo Australiano ha rifiutato il visto del serbo che ora, a meno di altri incredibili colpi di scena, salterà gli Australian Open 2022.

Le parole di Rafael Nadal su Novak Djokovic

In conferenza stampa il campione spagnolo ha parlato della situazione pandemica ed ha rivolto particolari parole al numero uno al mondo Novak Djokovic. Ecco le sue parole: "Tutto quello che sta succedendo non è positivo per nessuno.

Mi mancano tutti i dettagli per commentare questa vicenda ma l'unica cosa che posso dire è che tante famiglie hanno sofferto e stanno continuando a farlo, quindi dobbiamo fidarci solo della medicina e delle persone che la conoscono davvero, pee questo dobbiamo vaccinarci.

Ho superato il Covid, ho fatto due dosi e se lo fai non hai problemi a competere qui. Il mondo ha già sofferto troppo e non credo sia il caso di non rispettare le norme. La mancata vaccinazione di Novak Djokovic? Ognuno può fare quello che ritiene meglio per se stesso, ma è chiaro che ci sono delle regole e se queste non vengono seguite possono esserci dei problemi.

Sono due anni che muoiono tante persone e la vaccinazione è l'unico modo per mettere un freno a tutto ciò. Questo è quello che dicono gli esperti ed io non sono nessuno per dubitarne. Nole? Se lui avesse voluto davvero, ora già potrebbe giocare senza alcun problema.

Non mi piace il trattamento che sta ricevendo ed in fondo mi dispiace per lui, ma lui ha preso la sua decisione coscientemente e sapeva da mesi a cosa andava incontro", un Rafa che si è mostrato molto chiaro e rigido in conferenza.