Rafa Nadal sconfigge il Covid: gli Australian Open non sono più in dubbio



by   |  LETTURE 3772

Rafa Nadal sconfigge il Covid: gli Australian Open non sono più in dubbio

La situazione complicata, che poteva mettere a rischio l’inizio della sua stagione 2022, è stata superata molto bene e abbastanza velocemente. Rafa Nadal ha già sconfitto il Covid-19 e non ha perso altro tempo, tornando in campo ad allenarsi nella giornata di mercoledì 29 dicembre.

Il tennista spagnolo sembra non aver avuto ripercussioni importanti a livello fisico dopo la positività ed è ritornato a seguire la tabella di marcia per arrivare in piena forma ai primi appuntamenti dell’annata in terra oceanica.

Il vincitore di 20 titoli del Grande Slam aveva comunicato ai fan e al mondo di essere in quarantena lo scorso 20 dicembre: anche lui è stato vittima del focolaio creatosi al torneo esibizione Mubadala World Tennis Championship di Abu Dhabi, complicando un po’ i suoi piani della preparazione, visto che le partite disputate in quella competizione non lo avevano convinto.

Le ultime su Rafa Nadal

L’obiettivo del re della terra rossa è non perdere nessun evento nel suo calendario che si era prefissato, per arrivare pronto e con tanta ambizione agli Australian Open, prima manifestazione prestigiosa della prossima stagione.

Con le due vaccinazioni anti-Covid effettuate da tempi non sospetti, Rafa dovrebbe partire per l’Oceania addirittura nella giornata di giovedì 30 dicembre, secondo le ultime forti indiscrezioni. Insomma, il giocatore non ha alcuna voglia di perdere altro tempo e vuole subito raggiungere l’Australia.

L’intento dello spagnolo è partecipare all’Atp 250 di Melbourne, che si terrà a partire dal 3 gennaio, prima del grande appuntamento Slam. Una competizione fondamentale per l’atleta, che vuole prendere confidenza col cemento australiano e testare il suo fisico dopo aver affrontato la quarantena per una decina di giorni.

Sospiro di sollievo per tutti i fan dell’iberico, che hanno temuto il peggio alla positività di Nadal. Ormai gli Australian Open non sono più in dubbio per il 13 volte campione del Roland Garros: l’unica incognita resta capire in che condizioni arriverà lo spagnolo all’appuntamento e se sarà così competitivo da poter impensierire i tennisti più forti in circolazione per la vittoria finale.