Alex Corretja e il futuro di Rafael Nadal



by   |  LETTURE 3605

Alex Corretja e il futuro di Rafael Nadal

La presenza di Rafael Nadal agli Australian Open è in forte dubbio. Il campione spagnolo, dopo l’infortunio al piede sinistro, è tornato in campo a circa quattro mesi dall’ultima volta al Mubadala World Tennis Championship.

Nel famoso torneo d’esibizione, il maiorchino ha perso entrambi i match disputati, il primo contro Andy Murray e il secondo con Denis Shapovalov, ma è riuscito comunque a fare un’ottima figura nonostante il lungo periodo di inattività.

Il grande punto interrogativo circa la sua partecipazione al primo Slam del 2022 è rappresentato dalla positività al Covid-19, che ha colpito diversi atleti presenti ad Abu Dhabi. Al ritorno a casa dopo aver giocato il torneo di Abu Dhabi sono risultato positivo al tampone.

Sia in Kuwait che ad Abu Dhabi abbiamo fatto controlli ogni due giorni e tutti erano risultati negativi. Sto vivendo dei momenti spiacevoli, ma spero di migliorare piano piano” , ha scritto Nadal su Instagram. “Ora sono costretto a casa e ho avvertito tutti coloro che sono stati in contatto con me.

Dovrò avere una flessibilità totale con il mio calendario e valuterò le mie opzioni in base a come evolverà la situazione. Vi terrò informati su qualsiasi decisione sui miei futuri tornei.

Grazie a tutti in anticipo per il supporto e la comprensione” .

Corretja parla del futuro di Rafael Nadal

Lo spagnolo avrebbe bisogno di giocare con continuità prima di competere nei miglior tornei del tennis mondiale.

In una recente intervista a Marca, Alex Corretja ha parlato proprio di questo fondamentale aspetto e del futuro del 20 volte campione Slam. "Rafa si ritirerà da vincitore, qualunque cosa accada. Non importa come funzionavano le cose prima, deve valutare come affrontare i prossimi impegni.

Considerando che parliamo di Rafa, hai sempre la sensazione che abbia ancora un proiettile in canna per fare qualcosa di grande", ha detto Corretja. "Non puoi mai dubitare di un giocatore speciale come lui, anche se viene da un infortunio molto lungo e il percorso che dovrà affrontare sarà complicato" .