Atp Awards 2021, riconoscimento prestigioso per Rafa Nadal



by   |  LETTURE 3435

Atp Awards 2021, riconoscimento prestigioso per Rafa Nadal

Un riconoscimento prestigioso, soprattutto perché a votare sono stati i giocatori del circuito. Tra i nomi dei premiati dagli Atp Awards 2021 non poteva di certo mancare quello di Rafa Nadal, che ha conquistato il titolo simbolo della sportività, intitolato all’ex tennista Stefan Edberg.

È il quarto anno consecutivo che i colleghi riconoscono il fair play, la professionalità, i valori di integrità e rispetto per lo sport dentro e fuori dal campo dello spagnolo, che è contento di aver ricevuto il quinto Awards di questa specifica categoria nel corso della sua lunga carriera (il primo era arrivato nel 2010).

Una bella soddisfazione per il 35enne di Manacor, che sta affrontando il difficile rientro dopo essere stato fermo ai box per tantissimo tempo e non aver giocato una gara ufficiale addirittura da agosto. Il torneo esibizione ad Abu Dhabi, seppur non abbia raggiunto la finale per via di Andy Murray, è stato importantissimo su diversi aspetti per il vincitore di 20 titoli del Grande Slam, che punta a essere agli Australian Open di gennaio nelle migliori condizioni possibili.

Le dichiarazioni di Rafa

Nadal ha parlato all’Atp dopo la notizia del premio ricevuto: “Non posso essere più felice di avere ancora una volta lo Sportsmanship Award dai miei colleghi del tour. Significa molto per me, quindi grazie mille a tutti i giocatori che pensano che io sia quello giusto per ottenere questo riconoscimento” ha dichiarato.

Poi ha proseguito, aggiungendo: "Onestamente, significa molto per me perché cerco di essere sempre corretto in campo. Grazie per aver creduto in me e auguro tutto il meglio per la stagione 2022 a tutti i tennisti del circuito.

Spero di vedervi presto" Il re della terra rossa ha rappresentato tanto per il tennis: le sue rivalità con Roger Federer e Novak Djokovic sono passate alla storia e hanno fatto acquisire tanto interesse alla disciplina.

I tre campioni sono (quasi tutti) pronti per il 2022 con l’obiettivo di raggiungere quota 21 tornei Major vinti. Ci proveranno il serbo e lo spagnolo subito agli AO; lo svizzero dovrà aspettare tempi migliori dal punto di vista fisico per tornare a giocare.