Corretja: "Rafael Nadal ha accettato l'idea che Novak Djokovic lo supererà"



by   |  LETTURE 2388

Corretja: "Rafael Nadal ha accettato l'idea che Novak Djokovic lo supererà"

I Big 3 hanno dominato il circuito maschile nell’ultimo decennio e mezzo, estendendo la loro egemonia molto oltre le aspettative. La stagione 2021 è andata in archivio con i tre mostri sacri appaiati a quota 20 Slam ciascuno.

Novak Djokovic è stato il grande protagonista degli ultimi dodici mesi, in cui ha conquistato ben tre Major sfiorando il ‘Calendar Grand Slam’. Molto più complicata la situazione di Roger Federer e Rafael Nadal, entrambi alle prese con una serie di problemi fisici.

Lo svizzero si è operato al ginocchio per la terza volta nell’ultimo anno e mezzo, mentre lo spagnolo ha rimesso piede in campo durante l’esibizione di Abu Dhabi. Il 35enne maiorchino disputerà l’ATP 250 di Melbourne a gennaio, con l’auspicio di raggiungere il 100% della forma in tempo per l’inizio degli Australian Open.

Rafa si è aggiudicato una sola volta l’Happy Slam (nel lontano 2009), ma un eventuale forfait di Djokovic alimenterebbe le sue chance. Ai microfoni di Eurosport, Alex Corretja ha analizzato con grande lucidità le prospettive dei Big 3.

Il pensiero di Alex Corretja

“Per gran parte del nuovo millennio, Roger Federer è stato riconosciuto come il migliore di sempre. Rafael Nadal si è avvicinato a quel livello con il passare degli anni, fino ad essere considerato anche lui potenzialmente meritevole di quel riconoscimento” – ha spiegato Corretja.

“Rafa non è uno sciocco, sa benissimo che Novak Djokovic è ancora in gran forma, è il più giovane fra i Big 3 e ha chance di vincere Slam su tutte le superfici. Non c’è dubbio che Nole sia il maggior indiziato a prevalere in questa speciale classifica.

Essendo un tipo umile e razionale, Nadal ha acquisito la consapevolezza che un altro giocatore migliorerà i suoi numeri. Lo ha accettato senza problemi. Questo è ciò che ha reso grandi i Big 3: hanno sempre cercato di essere la miglior versione di se stessi e si sono migliorati a vicenda.

Rafa ha 35 anni e sa perfettamente che la sua carriera sta volgendo al termine. Non può sprecare tempo ed energie pensando agli altri” – ha chiosato.