Rafael Nadal: "Anch'io ho dei momenti in cui vedo tutto buio"



by   |  LETTURE 7239

Rafael Nadal: "Anch'io ho dei momenti in cui vedo tutto buio"

Rafael Nadal sembra sulla buona verso il ritorno in campo, che dovrebbe avvenire nell’esibizione di Abu Dhabi il mese prossimo. L’ex numero 1 del mondo ha giocato appena sette tornei ufficiali nel 2021, raccogliendo comunque paio di trofei sull’amata terra rossa (a Barcellona e Roma).

Le non perfette condizioni del suo piede gli hanno impedito di conquistare il suo 14° titolo al Roland Garros, dove si è fermato in semifinale al cospetto di Novak Djokovic. A causa del suddetto infortunio, lo spagnolo è stato obbligato a saltare Wimbledon, le Olimpiadi di Tokyo e gli US Open.

Dopo aver tentato il rientro sul cemento di Washington, il 20 volte campione Slam ha deciso di chiudere in anticipo la sua stagione per dare tempo al suo piede di guarire completamente. Il 35enne di Manacor andrà a caccia del suo 21° Major agli Australian Open 2022, mentre Roger Federer ha già annunciato la sua rinuncia all’Happy Slam.

Nel corso di una lunga intervista a MARCA, Nadal ha toccato una vasta gamma di argomenti relativi al tennis e non solo.

Si avvicina il rientro di Rafa Nadal

È stato chiesto a Rafael Nadal di esprimere la sua opinione sui vaccini: “Capisco che alcune persone siano restie a vaccinarsi contro il COVID, ma mi sembra un atteggiamento un po’ egoista.

Abbiamo sofferto moltissimo a causa della pandemia. Non siamo perfettamente a conoscenza degli effetti a lungo termine di questi vaccini, ma dobbiamo fidarci dei medici e degli specialisti. Sappiamo che gli effetti del virus sono più devastanti senza il vaccino.

Più persone sono vaccinate, più rapidamente si potrà tornare alla normalità”. L’iberico ha parlato anche della sua celebre forza mentale: “Si tratta di un aspetto molto importante, che nel tennis assume una rilevanza ancora maggiore.

La gente dice sempre che io sono forte mentalmente, ma soffro come tutti gli altri. Anch’io ho dei momenti in cui vedo tutto buio. L’essenza dello sport è non arrendersi mai e trasformare le sensazioni negative in energie positive”. Classifica alla mano, il 2021 è stato il peggior anno di Rafa dal 2005 ad oggi.