Rafa Nadal: "Ecco cosa farò dopo il mio ritiro"



by   |  LETTURE 2836

Rafa Nadal: "Ecco cosa farò dopo il mio ritiro"

Quando si comincia è sempre difficile smettere. Per quanto riguarda i Big Three, che hanno dominato la scena nel tennis mondiale per tantissimi anni, sbaragliando davvero tutta l’agguerrita concorrenza, l’ombra o i primi pensieri di ritiro sono già molto frequenti, soprattutto per due di loro.

Oltre a Roger Federer, che ha raggiunto quota 40 anni e che si concederà le ultime chances di vincere tornei importanti nella prossima annata, anche Rafa Nadal non può esimersi alle prime domande sull’argomento, considerando le difficoltà riscontrate nella stagione 2021.

Lo spagnolo è stato ed è ancora un grande protagonista sulla terra rossa, diventando più volte il Re di Parigi (al Roland Garros), ma negli ultimi mesi ha dovuto fermarsi e cedere ai problemi fisici e ad alcuni infortuni, che lo hanno costretto a restare lontano dai campi.

La sua grande occasione all’Open di Francia per raggiungere per primo la cifra 21 come titoli dei Grandi Slam è sfumata in semifinale, contro il forte serbo Novak Djokovic, che grazie alla vittoria a Wimbledon si è accodato allo svizzero e all’iberico con 20 successi negli appuntamenti più prestigiosi.

Poi il ritorno annunciato nel 2022 per recuperare a pieno la condizione e il piede, dopo una breve partecipazione a Washington.

Rafa svela le sue intenzioni dopo il tennis

Il 35enne ha raccontato le sue avventure e le scorse vicende a 360° in una lunga intervista concessa al sito ‘Number Web’.

L’attenzione si è prima soffermata su cosa il campione nativo di Manacor fa nell’attuale tempo libero: “Di solito guardo il golf in televisione. A volte mi siedo sul divano ed è l'alba. Di solito vado a letto tardi quando guardo il golf, ma almeno posso dormire 5 ore.

È un hobby salutare, più che uscire a bere qualcosa" è stata la risposta alla domanda. Quando dirà addio al tennis, tutti si chiedono cosa ne sarà di Rafa: “Cerco di non pensare troppo alla mia età.

Il giorno in cui non mi sentirò fresco mentalmente e fisicamente, mi ritirerò. Domani continuerò nel mondo dello sport. Non so bene dove, se sempre collegato a questa disciplina o meno, ma penso che sarò coinvolto in molti modi” ha affermato.

“La verità è che non ho affatto paura della vita il momento dopo in cui non sarò più un giocatore professionista” ha concluso.