Hurkacz è rimasto sbalordito da una qualità di Rafael Nadal



by   |  LETTURE 2486

Hurkacz è rimasto sbalordito da una qualità di Rafael Nadal

Rafael Nadal è una fonte di ispirazione per tantissimi giocatori che militano nel circuito maschile e femminile. La leggenda spagnola è stata in grado di allungare la sua carriera molto oltre le aspettative, anche se nel 2021 i problemi fisici hanno fatto di nuovo capolino.

Basti pensare che il 35enne iberico ha disputato appena sette tornei ufficiali quest’anno, riuscendo comunque a mettere in bacheca un paio di titoli (Barcellona e Roma). L’infortunio al piede gli ha impedito di esprimersi al 100% al Roland Garros, il grande obiettivo della sua stagione, dove si è arreso in semifinale a Novak Djokovic.

Dopo aver saltato Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, l’ex numero 1 del mondo ha tentato di rientrare sul cemento di Washington, ma si è accorto ben presto che il dolore era insopportabile. Qualche giorno più tardi, Rafa ha comunciato la sua decisione di restare ai box fino all’inizio del 2022.

Il 20 volte campione Slam si è anche sottoposto ad un piccolo trattamento al piede alcune settimane fa. Durante l’ultima puntata di ‘CrossCourt’, la nuova serie ideata dall’ATP e dalla WTA, Iga Swiatek e Hubert Hurkacz hanno svelato la loro ammirazione per il maiorchino.

Hurkacz e Swiatek esaltano Rafa Nadal

“Penso che Rafael Nadal sia un esempio straordinario per tutti gli atleti. Non mi riferisco soltanto alle vittorie ottenute nel circuito, ma anche al suo atteggiamento e al suo modo di comportarsi durante le partite.

Il suo topspin ha fatto la storia del tennis, aiutandolo a conquistare una marea di titoli al Roland Garros e sulla terra rossa in generale” – ha detto Hurkacz, capace di raggiungere la semifinale a Wimbledon quest’anno (peraltro dopo aver battuto Roger Federer).

“Voglio aggiungere che Rafa saluta sempre ed è super gentile con chiunque lo avvicini. È davvero un’enorme fonte di ispirazione” – ha chiosato. Swiatek non ha mai nascosto che Nadal è il suo idolo: “Ho sempre adorato il suo modo di giocare, anche perché la terra è la mia superficie preferita.

Desideravo essere come lui fin da bambina, pur sapendo che sarebbe stato molto complicato. Apprezzo anche il suo comportamento fuori dal campo”.