Rafael Nadal: "Non esiste una ricetta unica per affrontare i problemi"



by   |  LETTURE 2052

Rafael Nadal: "Non esiste una ricetta unica per affrontare i problemi"

Rafael Nadal non ha avuto un 2021 facile, soprattutto via di una serie di problemi fisici. L’ex numero 1 del mondo non ha iniziato la stagione nel migliore dei modi a causa di un dolore alla schiena, che gli ha impedito di esprimersi al meglio agli Australian Open.

Il fenomeno spagnolo si è ripresentato in discreta forma nei tornei sul rosso, dove ha colto due titoli rispettivamente a Barcellona e Roma. Un bottino piuttosto magro rispetto alle sue abitudini. Il suo principale obiettivo era ovviamente il Roland Garros, dove sperava di mettere in bacheca il suo 21° Slam in carriera.

La sua corsa a Parigi si è interrotta in semifinale per mano di Novak Djokovic, abile a beneficiare di un Rafa non al top della condizione. Durante quella partita, i più attenti hanno cominciato a notare l’infortunio al piede del maiorchino.

Non è un caso che il 35enne iberico abbia deciso di saltare sia Wimbledon che le Olimpiadi di Tokyo per cercare di recuperare la forma. La sua ultima apparizione risale all’ATP di Washington, dove un paio di match gli sono bastati a capire che il suo 2021 non poteva continuare.

Intervistato da Norah O’Donnell per CBS News, il 20 volte campione Slam ha svelato il suo metodo per gestire la pressione e lo stress.

Nadal ha chiuso in anticipo il suo 2021

“Ognuno affronta i problemi in maniera diversa, quindi non esiste una ricetta unica” – ha esordito Rafa.

“Siamo sotto pressione perché la competizione ti fa sentire più stressato. Al tempo stesso, non bisogna mai dimenticare che siamo super fortunati, dato che abbiamo reso il nostro hobby un lavoro. Per quanto mi riguarda, la cosa più importante nella vita è essere felici” – ha aggiunto il 13 volte campione di Parigi.

Il 2022 inizierà con i Big 3 appaiati a quota 20 Major ciascuno. “Non è un fattore che incide sul mio approccio o sulle mie motivazioni. Rimarrò sempre lo stesso e giocherò a modo mio fino al termine della carriera.

Anche se non dovessi concludere con più Slam di tutti, non mi sentirò frustrato o cose simili” – ha chiosato Nadal.